Territorio e tecnologie, un binomio possibile nel corso Gis targato Omicron

Affrettatevi ad iscrivervi al corso di Omicron per “Sistemi Informativi Geografici (GIS) e principali applicazioni per l’analisi territoriale”. La prima lezione il 16 novembre 2019

Gli esami non finiscono mai’ diceva Edoardo de Filippo con quel romanticismo a cui forse non è ricorso chi ha pensato bene di utilizzare l’espressione inglese ‘long life learning’. Il concetto è comunque sempre quello, sempre lo stesso: acquisire nuove conoscenze e nuove informazioni necessarie a modificare o sostituire un apprendimento non più adeguato rispetto ai nuovi bisogni sociali o lavorativi, sia in campo professionale che personale.

Non c’è lavoratore o categoria professionale che non sia chiamata all’aggiornamento o all’acquisizione di nuove competenze utili, se non necessarie, a mettersi al passo con i tempi e a fornire risposte sempre più adeguate alle domande di clienti esigenti in un mercato del lavoro mobile e dinamico.

È rivolto ai laureati in Ingegneria e Architettura, ai Geometri, ai Tecnici ed ai Dirigenti degli Enti Pubblici e di imprese private, nonché a tutti i liberi professionisti che vogliano ampliare le proprie competenze professionali il corso organizzato da Omicron dal titolo “Sistemi Informativi Geografici (GIS) e principali applicazioni per l’analisi territoriale”.

Stiamo parlando del Geographic Information System (GIS), ovvero del sistema informativo geografico o anche sistema informativo territoriale, un complesso di informazioni computerizzate che consentono l’acquisizione, registrazione, analisi, visualizzazione, restituzione, condivisione e presentazione di informazioni derivanti da dati geografici.

Non c’è campo di applicazione del sapere in cui il Gis non sia utile, ma è evidente che soprattutto per certe categorie risulta essere un patrimonio di conoscenze fondamentali per i molteplici campi di applicazione in cui viene testato.

Il corso di formazione

Omicron organizza un corso di formazione di 24 ore che si articolerà in 6 giornate di lezione di 4 ore ciascuna (dalle 9:00 alle 13:00). L’inizio del corso è previsto per il 16 novembre 2019. Gli incontri formativi si svolgeranno ogni sabato fino al 21 dicembre 2019 presso la sede della Omicron Srl in Piazzale Sondrio n°10 a Lecce, location che consente il facile raggiungimento da parte dei corsisti e la comoda sosta dei loro mezzi.

Obiettivi del corso di formazione

Il corso si propone di fornire gli strumenti per l’utilizzo dei sistemi GIS (Geographic Information System), in modo da ottenere valutazioni di carattere ambientale ed amministrativo per fini pianificatori e gestionali. I partecipanti acquisiranno le conoscenze adeguate di base sull’utilizzo del software garantendo la capacità del suo impiego per l’elaborazione di diversi strati informativi (tematismi) differenti nell’ambito dell’analisi territoriale.

Sappiamo tutti che i sistemi informativi territoriali, come il GIS, sono degli strumenti informatici che permettono di analizzare il territorio raccogliendo moltissimi dati di diversa natura. Sono utilizzati per la gestione e la pianificazione del territorio, con notevole sviluppo nell’urbanistica, unendo componenti come la geografia ad informazioni di carattere statistico e di progettazione.

A chi è rivolto il corso di formazione

Il corso di formazione della durata di 24 ore è rivolto ai laureati in Ingegneria e Architettura, ai Geometri, ai Tecnici e Dirigenti degli Enti Pubblici e di imprese private, nonché a tutti i liberi professionisti che vogliano ampliare le proprie competenze professionali nel settore dell’analisi territoriale mediante un Sistema Informativo Territoriale.

Chi organizza il corso

Omicron Srl, Società certificata ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 in Progettazione ed Erogazione di servizi di consulenza tecnico-scientifica di tutela dell’ambiente e del territorio (inclusa la comunicazione ambientale), nasce nel 1999 come società di consulenza e progettazione per la salvaguardia e la conservazione dell’ambiente.

Omicron è da sempre convinta che la competitività dei prossimi anni si giocherà sulla capacità delle organizzazioni di orientare le proprie attività verso un modello di sviluppo sostenibile, attraverso una continua azione di riduzione del proprio impatto ambientale e dei rischi a cui sono esposti i lavoratori, nel rispetto dei valori etici di una moderna società industriale.

Info

Per saperne di più clicca qui oppure chiama al 335 7313777.



In questo articolo: