Sogno playoff quasi sfumato per la Fortitudo Lecce, cocente sconfitta nello scontro con Martina Franca

Tra le mura amiche del Palaventura il roster di coach Riccardo Ruggo rimediano una brutta battuta d’arresto al cospetto della compagine della Valle d’Itria

Dopo 40 minuti di battaglia sportiva, hanno la meglio i Martinesi sui diretti avversari della Fortitudo, i quali vedono così quasi svanire il sogno playoff e avvicinarsi invece i playout per cercare di rimanere in Promozione.

I ragazzi di coach Rucco partono sottotono e soffrono la pressione degli avversari che sin dai primi minuti lottano su ogni pallone e trovano la via del canestro con più frequenza.

Il primo quarto termina infatti a loro favore, 12-17.

Nel secondo quarto i leccesi reagiscono e ci mettono più convinzione in attacco e aumentano l’intensità difensiva. La partita sembra riaperta, si va negli spogliatoi sul 29-30 in favore degli ospiti.

Al rientro dalla pausa lunga succede di tutto, escono per infortunio Lozito e Massari e la squadra ne accusa il colpo, volano falli tecnici e colpi proibiti: non si molla un centimetro. Il canestro del Palaventura però sembra stregato per la compagine Leccese che sbaglia parecchie conclusioni da 3, garantendo facili contropiedi agli avversari che ne approfittano e chiudono ancora in vantaggio, di 5 punti.

Nel quarto finale nonostante lo sforzo e la voglia di rimettere in piedi la partita, la Fortitudo continua a sbagliare e di conseguenza aumenta il nervosismo e la frustrazione. Martina Franca invece segna nei momenti importanti e strappa un successo che li tiene, ad una giornata dal termine, ancora in corsa per il sesto posto e quindi disputare i playoff.

La Fortitudo esce dallo scontro diretto con i cerotti ed amareggiata, ma dalle difficoltà a volte arrivano le forze e la determinazione per affrontare le grandi sfide. Domenica prossima si chiude la regular season a Taranto, contro la Domiti, ma già da questa settimana si penserà a preparare al meglio testa e fisico per le gare successive, playout o playoff che siano. C’è da mantenere una categoria, che per una matricola come la Fortitudo Lecce (nata appena 2 anni fa come società) sarebbe comunque un ottimo traguardo.

Tabellini

(12-17, 17-13, 12-16, 16-22)

Fortitudo Lecce 57

Guido 7, Massari 4, De Filippi 10, Panzera 14, Gismondi 2, Lozito, Smiles 2, Rampino 2, Donno 2, Cappellari 14.

Amatori Martina Franca 68



In questo articolo: