Nardò fa suo il derby con il San Severo, per la Next il 2022 si apre con una vittoria

Nella nuova casa del Toro al Palazzetto “San Giuseppe da Copertino” di Lecce, il roster neretino si impone sui cugini dell’Allianz Pazienza San Severo.

Nel giorno del debutto assoluto nella nuova casa del Toro al Palazzetto “San Giuseppe da Copertino” di Lecce e nel primissimo derby pugliese nella storia della categoria, la Next Nardò si impone sui cugini dell’Allianz Pazienza San Severo.
È la Next a siglare i primi punti di serata con Sabin pronto a punire da tre per poi ancora i granata da due, Piccoli in contropiede dopo aver rubato il pallone, ancora i padroni di casa a segnare e Sabatino ad imitare il suo capitano. Nei primi dieci minuti, dunque, emerge un equilibrio sostanziale che vede Nardò muovere bene il pallone sfruttando i centimetri dei suoi pivot, mentre San Severo ha sempre il solito atteggiamento guardingo, concentrato ed aggressivo con l’unico neo delle due infrazioni ad opera di Tortù e superficialità nel non concludere canestri molto semplici. Fine primo quarto: 20-17. Il marchio di fabbrica della squadra di Bechi è fondato sull’energia difensiva che dà linfa vitale in attacco, con due triple di Petrushevski, ed è quanto si assiste ad inizio nel secondo quarto. San Severo, infatti, ‘sporca’ quasi tutti i possessi dei padroni di casa ma il punteggio non pende mai totalmente dalla parte dei gialloneri, anzi il merito di Nardò è proprio di non demordere nonostante i comprensibili errori. Il tempo scorre e l’equilibrio resta il medesimo dei minuti precedenti fino alla sirena del secondo quarto: 33-36.
Si ritorna sul parquet e le emozioni del derby iniziano a palesarsi: Moretti colpisce da sotto il ferro, poi si mette in proprio capitan Poletti che, non solo pareggia i conti, ma porta i suoi uomini in vantaggio grazie a cinque punti consecutivi. L’Allianz accusa il colpo e ribalta nuovamente la situazione fino a +5 e il conseguenziale timeout di coach Gandini. Nonostante le parole del coach granata, la Cestistica attacca e produce con tutto il suo organico da Moretti a Sabatino, tuttavia sbaglia alcuni possessi semplici facilitando il recupero dei salentini e per l’ennesima volta si ritorna a giocare quasi punto su punto. L’ultimo quarto è l’emblema di tutta la partita: San Severo segna, Nardò fa lo stesso e sul tabellone si legge 64-64 quando il Toro lancia l’offensiva decisiva per poi arrivare al +9 letale per la squadra ospite. La Next, infatti, segna soprattutto da oltre l’arco aumentando l’euforia, i foggiani forzano troppo i tiri e quando ormai il tempo è agli sgoccioli, il vantaggio è troppo ampio. Primi punti dell’anno per Nardò che vince 89-77.
Appuntamento a domenica 23 gennaio in trasferta contro la capolista Scafati. Salto a due confermato alle ore 18:00.

Tabellino

Next Nardò – Allianz Pazienza San Severo 89-77 (20-17, 13-19, 26-26, 30-15)
Next Nardò: Amato 16 (2/4, 4/7), Ferguson 16 (3/5, 3/4), Poletti 12 (1/3, 2/3), Jerkovic 11 (4/5, 1/2), Thomas 10 (3/3, 0/0), Leonzio 10 (2/3, 2/3), Fallucca 8 (1/1, 2/4), La Torre 6 (0/0, 2/4), Mirkovski 0 (0/0, 0/0), Jankovic 0 (0/0, 0/0), Tyrtyshnik 0 (0/0, 0/0)
Allianz Pazienza San Severo: Sabin 18 (4/6, 3/15), Serpilli 13 (2/8, 3/5), Moretti 12 (6/11, 0/0), Piccoli 10 (2/4, 1/3), Sabatino 8 (2/3, 1/5), Pepper 6 (2/3, 0/3), Petrushevski 6 (0/0, 2/2), Tortu 2 (1/5, 0/2), De Gregori 2 (1/2, 0/0), Berra 0 (0/0, 0/1), Fatone 0 (0/0, 0/0), Bertini 0 (0/0, 0/0).



In questo articolo: