Chiusi-Next Nardò 83-79, neretini in gara fino alla fine ma la vittoria va alla squadra umbra

In netto svantaggio fino a cinque minuti dal termine il roster granata rimonta, ma cede il passo nei secondi finali della gara.

Chiusi batte Nardò in un finale incertissimo dopo una partita controllata fino a cinque minuti dalla fine. Avvio con percentuali bassissime da entrambe le parti, Nardò la prima a tentare una mini fuga, poi il rientro dell’Umana e il finale in perfetto equilibrio sul 15-15. Nel secondo quarto decolla il tabellone con triple a raffica: ne trova due consecutive Raffaelli, sale in cattedra Wilson (doppia doppia da 33 punti e 12 rimbalzi) ma in generale è l’intera Chiusi a girare bene. Nardò è però brava a restare a contatto con un buon Amato e le squadre vanno a riposo con la San Giobbe avanti di un solo possesso sul 43-40.

Il terzo quarto è quello della spallata per la formazione allenata da Bassi. 24-13 il punteggio del tempino con un enorme Wilson in fase offensiva sia per realizzazioni che per rimbalzi. Nardò cede il passo, va sotto anche oltre la doppia cifra e Chiusi sembra avere in mano il match. Al rientro per l’ultima frazione l’Umana va anche sul più quindici, a cinque minuti dalla fine però è deciso il rientro di Nardò. Ancora Amato e due triple consecutive di Ferguson riportano i granata sotto di due in un finale infuocato. Chiusi riprende lucidità, Nardò pecca in qualche scelta. I liberi di Wilson sembrano mettere la parola fine all’incontro, Amato replica con una bomba che tiene aperti i giochi a poco più di due secondi dalla fine. Ancora liberi per la San Giobbe, è il turno di Musso che chiude i conti fissando il tabellone sul 83-79 che consegna il bottino pieno a Chiusi.

Tabellino

Umana San Giobbe Chiusi – Next Nardò 83-79 (15-15; 28-25; 24-13; 16-26)

Umana San Giobbe Chiusi: Criconia 3, Fratto 1, Musso 7, Biancotto, Medford 15, Braccagni, Pollone 6, Wilson 33, Raffaelli 12, Possamai, Ancellotti 6

Next Nardò: Poletti 16, Fallucca, Jankovic, Ferguson 13, La Torre 2, Leonzio 8, Jerkovic 4, Zohore 12, Amato 24, Marzano, Baccassino

(Photo credits: @Andrea Cecere)



In questo articolo: