Next Nardò-Eurobasket Roma 83-101, colpo esterno dei capitolini al Pala “San Giuseppe da Copertino”

Dopo la sconfitta di domenica scorsa con Verona, il Toro cede il passo a Eurobasket Roma nella gara valevole per il recupero della quattordicesima giornata

Seconda sconfitta interna in quattro giorni per la Next Nardò, che dopo la sconfitta di domenica scorsa con Verona, cede il passo a Eurobasket Roma nella gara valevole per il recupero della quattordicesima giornata. La squadra capitolina si impone sul parquet del Pala “San Giuseppe da Copertino” di Lecce con una prova d’autorità per 83-101.

I granata partono forte con la tripla di Ferguson a cui risponde subito Pepe. I ritmi si mantengono alti con le due squadre a scambiarsi canestri e i padroni di casa a mettere il muso avanti dopo due minuti e mezzo di gioco con il +5 del 11-6. Lo strappo è però subito ricucito, prima della tripla del sorpasso del 16-17 di Fanti a metà quarto. Ferguson raggiunge gli 11 punti personali, a quattro minuti dal termine della prima frazione, con Roma che invece vede tutti i componenti del quintetto a segno con la parità nel punteggio a persistere (21-21). Fanti spezza l’equilibrio con 5 punti consecutivi per il medesimo vantaggio per i capitolini, allargato poi dalla tripla di Baldasso per il +8 (21-29) a due minuti dal termine del primo quarto. Il gap resta tale, fino al canestro sulla sirena di Poletti del 27-32. All’appoggio di Schina in apertura di secondo quarto risponde il danese Zohore, all’esordio in maglia granata, dalla lunetta; quando però Nardò, con altri due liberi, si riavvicina, nuovo parziale capitolino di 0-4 con un buon contributo Ulaneo per il 31-38 a sei minuti e mezzo dall’intervallo. La Next prova a riavvicinarsi con Poletti e Ferguson, ma una tripla da distanza siderale di Pepe tiene i romani sul +6 (35-41) a quattro minuti dall’intervallo. Ferguson continua a farsi sentire in attacco, Leonzio e Pepe si scambiano una tripla, Carroll arrotonda poi dalla lunetta: le due squadre vanno a riposo con i romani avanti di 8 punti, sul 40-48.

Come nella prima metà gara, l’azione inaugurale della seconda metà vede Nardò andare a segno con una tripla, stavolta di Amato, ma l’Atlante è vigile e con Baldasso, Hill e Pepe mantiene tre possessi di vantaggio in un match che dopo l’inizio vede le percentuali al tiro via via abbassarsi. Hill in schiacciata fissa il nuovo +8 capitolino dopo quattro minuti dalla ripresa del gioco; pronta la replica del Toro, che da sotto con Poletti e La Torre limano la differenza fino a 4 punti di margine (54-58) a metà della terza frazione. Un vantaggio che diventa di soli 2 punti a tre minuti e mezzo dalla fine, dopo la tripla di Fallucca del 59-61. È in quel momento che però i capitolini piazzano un parziale di 3-13, creando un cuscinetto di punti di distanza in doppia cifra con cui chiudono avanti nella terza frazione (63-74). I padroni di casa sembrano aver accusato il colpo: dopo un minuto dell’ultimo quarto Roma vola sul +16 con la tripla di Schina, e al rientro in campo dopo il timeout la combinazione di stoppata e appoggio di Ulaneo portano i romani al +18. Il divario, ancora con Ulaneo protagonista tocca i 21 punti quando Viglianisi segna la tripla a sei minuti dal termine del match del 65-86. Il match, chiuso dal punto di vista del risultato, resta vivo per il tentativo della squadra capitolina di ribaltare lo scarto dell’andata mentre Nardò tenta lo scatto d’orgoglio, con le due triple di Ferguson e Poletti che valgono il -14 (75-89) a tre minuti dalla sirena conclusiva. Baldasso spegne però le residue speranze della Next Nardò e Roma esce vincitrice da Lecce con un rotondo 83-101.

Tabellino


Next Nardò – Atlante Eurobasket Roma 83-101

Next Nardò: Zohore 10, Poletti 15, Fallucca 3, Ferguson 28, Amato 8, La Torre 4, Jerkovic 9, Leonzio 6, Mirkovski n.e., Jankovic n.e., Cappelluti n.e., Cavalera n.e.

Atlante Eurobasket Roma: Pavone n.e., Di Camillo n.e., Hill 7, Fanti 13, Viglianisi 3, Ulaneo 10, Baldasso 21, Schina 12, Carroll 16, Pepe 19

(Photo credits: @Andrea Cecere)



In questo articolo: