Fantacalcio: le promesse mancate del girone d’andata

Da poco terminato il girone di andata di Serie A è tempo di varare i primi bilanci, non solo quelli legati a fattori di campo.

nazionale

Il calcio è sicuramente il gioco più seguito a livello mondiale. L’avvento di internet e dei social network ha portato delle novità anche fuori dal campo, così come la possibilità di rimanere sempre aggiornati sulle quote di Serie A. A fianco del calcio reale, si è sviluppato un altro gioco, quello del fantacalcio. Quest’ultimo ha portato i tifosi a guardare con maggiore attenzione alle prestazioni dei singoli calciatori del nostro campionato seppur questi non facciano parte della loro squadra del cuore. Questo ha portato i tifosi a riunirsi già nel mese di agosto per comporre la loro squadra per poi puntellarla al termine della finestra di mercato invernale, scartando magari quei giocatori sul quale avevano puntato e che magari hanno deluso le aspettative. Proprio di questa categoria di fanta-atleti ci occuperemo in questo excursus.

Portieri

In cima alla lista dei portieri che non hanno giovato ai fanta-allenatori che li hanno acquistati c’è sicuramente il tandem laziale Reina-Strakosha. La retroguardia biancoceleste ha fin qui subito 39 gol, con il portiere spagnolo con una media di gol concessi radente a 2 per partita e una media fanta-voto pari al 4. Leggermente migliorato il compagno di reparto Thomas Strakosha che è sceso in campo nelle ultime 8 partite, collezionando 10 gol subiti e appena 2 clean sheet. Eppure, a inizio annata il duo veniva etichettato come uno dei più affidabili da arruolare.

Altro abbaglio in questo senso è costituito da Andrea Consigli estremo difensore del Sassuolo. Praticamente sempre presente, avendo saltato un solo match, il neroverde ha già subito 35 gol e 2 ammonizioni, possedendo una FMV pari a 4.64.

Difensori

Anche tra i difensori sono diversi gli elementi da segnalare negativamente:

  • Martin Caceres, arrivato in Sardegna per rinfrancare l’esperienza della linea difensiva cagliaritana, l’uruguagio ha già terminato l’esperienza sarda per incomprensioni con società e spogliatoio. Durante le 14 apparizioni ha sì collezionato un gol e un assist, ma anche 3 ammonizioni e 1 espulsione, raramente raggiungendo la sufficienza.
  • Rogério Oliveira da Silva che tanto aveva fatto sperare sotto la guida di Roberto De Zerbi, durante questa stagione ha appena collezionato un assist e molte sbavature in fase difensiva, il tutto condito da 5 ammonizioni. Partendo da una quotazione di 7 il suo valore attuale è sceso a
  • Manuel Lazzari, il terzino biancoceleste in passato era considerato alla stregua dei migliori terzini del nostro calcio. Attualmente, soffre le scelte tecniche di Maurizio Sarri che l’ha schierato solamente 6 volte Lui però in quei minuti è comunque riuscito a segnare 2 gol seppur sia passato da un valore di 10 a quello di 7.

Centrocampisti

Di solito chi ambisce al podio al termine della stagione tende a puntare una buona percentuale di crediti nella zona mediana del campo, anche se a volte questo può comportare dei rischi, come dimostrano i flop della prima parte di stagione:

  • Henrikh Mkhitaryan che ha fatto fuoco e fiamme nella passata stagione, si presentava in fase d’asta come uno dei top di ruolo. Eppure, con l’arrivo di José Mourinho, l’armeno ha visto arretrare il suo raggio d’azione e conseguentemente diminuire i suoi bonus. Pochi sono i 3 gol conditi da 5 assist per chi addirittura partiva da una quotazione di 23.
  • Federico Chiesa, sembra strano inserire il nome di uno dei talenti maggiori della nostra Italia in questa lista. Ancora negli occhi sono i gol dell’Europeo che hanno fatto schizzare la percentuale di crediti utilizzati per accaparrarselo. Ma l’esterno bianconero ha terminato anzitempo la sua stagione a causa di un trauma contusivo distorsivo del ginocchio sinistro. Quattordici presenze, 2 gol, 2 assist, tanta sfortuna e altrettanti crediti sprecati.
  • Roberto Soriano chiuse la passata stagione addirittura con 9 gol e 5 assist, confermandosi una vera certezza per gli amanti del fantacalcio. Dopo 20 presenze il trequartista nato in Germania non ha ancora marcato nessun gol e ha addirittura collezionato 3 ammonizioni e 2 espulsioni, di fatto avendo un fanta-media lontana dalla sufficienza.
  • Mikkel Damsgaard assente addirittura dai campi di gioco dalla settima giornata, aveva illuso tutti durante i campionati europei segnando in semifinale. Nessun gol e nessun assist e una quotazione crollata di 6 punti.

Attaccanti

Portatori naturali di bonus, gli attaccanti possono rappresentare croce e delizia per i giocatori del fantacalcio. Ecco alcuni nomi che hanno sparato a salve fino ad adesso.

  • Simeon Nwankwo ha addirittura segnato per ben 20 volte con la casacca del Crotone durante la stagione 2020/2021. Quest’anno accasatosi alla neo-promossa Salernitana in 19 presenze ha totalizzato appena 1 gol e 1 assist e ormai fuori dal progetto tecnico.
  • Luis Muriel chiude lo score della stagione passata con 22 gol e insidia stabilmente la titolarità di Duvan Zapata. A causa di una forma ancora da ritrovare, il colombiano attualmente è fermo a 4 gol seppur abbia chiuso il mese di gennaio in crescendo.
  • Andrea Belotti ostacolato da diversi infortuni durante questo primo girone di stagione, il Gallo è appena sceso in campo in 9 occasioni mettendo a segno solo 2 gol.
  • Moise Kean arrivato in estate per sostituire Cristiano Ronaldo, il bomber azzurro arrivava forte dei 17 gol con la maglia del PSG durante la scorsa stagione. Eppure fin qui il classe 2000 ha disatteso le promesse e spesso e volentieri è apparso compassato, ai limiti della decenza per quel che riguarda la forma fisica. A testimonianza di ciò le 6 titolarità, con 3 gol e le aspre critiche ricevute dai supporters bianconeri.

Adesso è il momento di puntellare la rosa per la volata finale, magari svincolando i flop che abbiamo appena segnalato e acquistando forze fresche. Da segnalare, ad esempio, il nuovo terzino destro del Genoa, Silvan Hefti come dall’altro out sarebbe auspicabile spendere qualche credito per Ainsley Maitland-Niles neo-acquisto della Roma. Anche per il centrocampo, il rinforzo sembra vestire il giallorosso, Sergio Oliveira, che ha avuto un impatto significativo sul nostro campionato, segnando 2 gol in appena 2 presenze. In avanti da monitorare è la pista che porterebbe Dusan Vlahovic alla Juventus già a gennaio, operazione che spalancherebbe le porte della titolarità a Krzystof Piatek approdato alla viola dopo la parentesi tedesca dell’Herta Berlino, così come Luis Nani acquistato dal Venezia per centrare l’obbiettivo salvezza. Ultimo, non per importanza, Jonathan Ikoné anche lui sbarcato all’Artemio Franchi di Firenze e pronto a scalzare Riccardo Sottil nelle gerarchie.



In questo articolo: