Poggiardo, 7 consiglieri firmano le dimissioni. Termina in anticipo l’Amministrazione di Giuseppe Colafati

Riconfermato sindaco nel 2016, la Consiliatura sarebbe finita naturalmente nel giugno di quest’anno. Nominato il Commissario Prefettizio.

Sarebbe dovuta terminare naturalmente nella primavera di quest’anno, ma a pochi mesi dalla scadenza l’Amministrazione di Giuseppe Colafati a Poggiardo, finisce in anticipo.

Oronzo Amedeo Borgia, Antonella Carluccio, Giuseppe Cianci, Antonella Cotrino, Marta Greco, Paola Iasella e Damiano Cosimo Longo, sono loro i consiglieri del comune salentino che, nella giornata di ieri, hanno rassegnato le dimissioni ponendo fine, così, al Governo cittadino.

“Tutti i consiglieri comunali in carica, poiché sono venute meno le condizioni necessarie per espletare dignitosamente la continuazione del proprio mandato elettorale fino alla sua naturale scadenza, rassegnano, le dimissioni, al fine di provocare lo scioglimento del consiglio comunale di Poggiardo”, si legge nella lettera di dimissioni.

Giuseppe Colafati venne eletto il 6 giugno 2016 dopo una battaglia all’ultimo voto con Oronzo Borgia nella quale non mancarono polemiche e schede contestate.

Intanto il Prefetto di Lecce, Maria Rosa Trio, ha sospeso il Consiglio Comunale di poggiardo in attesa che un Decreto del Presidente della Repubblica ne sancisca lo scioglimento. Il numero uno di “Via XXV Luglio”, ha altresì  nominato il Commissario . Si tratta del Viceprefetto Marilena Sergi  cui spetterà il compito di traghettare il Comune a nuove elezioni



In questo articolo: