Il Viminale ha deciso: amministrative il 10 giugno 2018. Al voto undici comuni salentini

Si accendono i riflettori per le amministrative 2018 e i movimenti hanno tempo fino al 12 maggio, data della consegna delle liste, per stringere le alleanze. 11 comuni salentini al voto

Dopo la competizione elettorale per le Politiche dello scorso 4 marzo, gli abitanti di undici comuni della provincia di Lecce torneranno ai seggi per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali. Nelle scorse ore, il ministro dell’Interno Marco Minniti ha fissato, con proprio decreto, la data per lo svolgimento delle consultazioni per il 10 giugno 2018, con l’eventuale turno di ballottaggio fissato due settimane dopo, ovvero il 24 dello stesso mese.

Sono undici i comuni nel Leccese che andranno al voto: Alezio, Giurdignano, Montesano Salentino, Salve, San Donato di Lecce, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Spongano, Squinzano, Surbo e Vernole. Tutte partite interessanti con occhi puntati ovunque, anche su Giurdignano, la più piccola realtà.

Alezio

È arrivata nei giorni scorsi la seconda candidatura ufficiale a sindaco e si tratta di un ex assessore, defilatosi dalla maggioranza per “motivi politici” a gennaio, e vecchia conoscenza del sindaco uscente Vincenzo Romano. È Guido Sansò ad annunciare il ritorno alla politica, sindacalista Cgil ed ex segretario cittadino del Partito Democratico, dopo 14 anni di lavoro sul territorio diviso tra consiglio comunale, segreteria politica e assessorato, quello allo Sport e al Patrimonio nella Giunta del primo cittadino Romano.

La prima candidatura ufficiale è arrivata sempre nel mese di gennaio e riguarda il commercialista Andrea Vito Barone, ex assessore ed attuale consigliere di minoranza, che vanta il sostegno del movimento civico “Grande Alezio”, dell’architetto Elisa Conversano e dell’avvocato Roy De Santis. A breve, però, potrebbe arrivarne una terza. Nella sfida elettorale ci dovrebbe essere anche Paola De Mitri, attuale vicesindaco, in rappresentanza del gruppo “Uniti per Alezio”.

Sannicola

La civica di centro-destra “Sannicola Cambia” conferma la volontà di ricandidare l’uscente Cosimo Piccione alla guida del paese per il quinquennio 2018/2023. Il primo cittadino, che potrà contare sul supporto degli amministratori uscenti e di qualche volto nuovo, correrà il prossimo 10 giugno senza il sostegno, in prima linea, dell’assessore alla Cultura Marzio Molle il quale, per motivi prettamente professionali, rinuncerà alla candidatura. Sul versante opposto non arriva nessuna notizia dai probabili competitor, impelagati ancora tra incertezze ed alleanze.

Squinzano

“Squinzano VIVA” e “Gianni Marra per Squinzano”. Al momento sarebbero queste due le compagini pronte a contendersi la vittoria per lo scranno più alto in via Matteotti e sono guidate rispettivamente dall’uscente Mino Miccoli e da Gianni Marra. Il primo pare abbia già chiuso la lista ed il secondo, invece, anche lui ex sindaco di città e sfiduciato dai suoi nell’aprile 2012, si ripresenta ai concittadini “libero” dalle vicende giudiziarie, conclusesi con la sua assoluzione lo scorso febbraio, con l’aiuto di Nello De Nitto, segretario locale dell’UdC e Lucio Longo, solo per citarne alcuni. Tuttavia, secondo alcune voci, pare abbia preso piede l’idea di una candidatura del centro-sinistra allargato da contrapporre alla maggioranza di Miccoli.

Surbo

Il gruppo dei consiglieri indipendenti, Marianna Miceli e Nicola Donno, avrebbero lanciato “#UnAltraSurbo”, progetto sostenuto da Andare Oltre, la forza civica di Pippi Mellone, sindaco di Nardò, e da Idea Alternativa, il movimento politico-culturale attivo nella comunità. E ad ora sarebbero pure gli unici in quanto l’uscente Fabio Vincenti pare non abbia ancora sciolto la riserva su un suo ipotetico bis considerando anche le ultime vicende per le quali il comune di Surbo rischiava il commissariamento per mafia e che, a fine 2017, hanno provocato le dimissioni a catena delle opposizioni.

Negli altri comuni gli uscenti sono Monica Laura Gravante per Giurdignano, Silvana Serrano a Montesano Salentino, Vincenzo Passaseo a Salve, Ezio Conte a San Donato di Lecce, Pasquale Bleve per Santa Cesarea Terme, Antonio Candido per Spongano e Luca De Carlo a Vernole.

La consegna delle liste avverrà il prossimo 12 maggio e solo allora avremo modo di sciogliere dubbi e avere contezza dei quadri politici locali.

di Mattia Chetta



In questo articolo: