Stop imprevisto per l’assessore alla Cultura Massimo Bray: “Ho un problema alla vista”

Un problema alla vista da tenere sotto controllo ha ‘costretto’ l’assessore Massimo Bray ad uno stop dalla tecnologia come suggerito dai medici.

«Devo dirvi che ho un problema alla vista e, per qualche tempo, dovrò tenerlo sotto controllo». Va dritto al punto, senza usare giri di parole Massimo Bray, fortemente voluto dal Governatore Michele Emiliano per ricoprire il ruolo di assessore alla Cultura e al Turismo. In un lungo post pubblicato su Facebook, il direttore dell’Enciclopedia Treccani ha voluto informare tutti, ricevendo in cambio parole di sostegno e incoraggiamento non solo dai pugliesi. Del resto, è stato uno dei Ministri dei Beni e delle Attività Culturali più amati tant’è che in attesa di conoscere i nomi della nuova squadra di Matteo Renzi (che preferì Dario Franceschini) sui social era stato creato un gruppo dal geniale nome-spot: “Toglietemi tutto, ma non il mio Bray”.

Ora il problema alla vista a poche settimane dal suo ritorno in Puglia «È qualcosa che, da una parte, mi preoccupa personalmente e, dall’altra, mi porta a pensare alle responsabilità legate al mio ruolo da Assessore alla Cultura e al Turismo in Puglia, e a come affrontarle. In questi giorni approfondirò le cause del problema, per valutarne le conseguenze. Sono fiducioso: il disturbo potrebbe evolversi in un certo modo ed essere risolvibile in un breve periodo. Dovrò affrontare, come suggerito dai medici, un periodo lontano dalla tecnologia digitale. Per questo, nei prossimi giorni, non potrò rispondere ai vostri messaggi e ai vostri commenti sui social media. Smartphone e tablet dovranno restare per un po’ nello zaino» si legge.

«Sulla situazione – conclude – terrò costantemente aggiornato il Presidente Michele Emiliano, gli Assessori, i responsabili della Regione, con cui abbiamo fin da subito iniziato un lavoro sinergico e appassionato, e tutti voi. Potete capire la mia sofferenza nello scrivere questo post, ma credo che un rapporto di fiducia si costruisca sulla trasparenza e sul sostegno reciproco».

Ma chiunque volesse comunicare con l’Assessore può potete scrivere a Claudia Germano, della segreteria dell’Assessorato, alla casella di posta elettronica: segreteria.culturaturismo@regione.puglia.it; e all’ufficio stampa e comunicazione: comunicazione.culturaturismo@regione.puglia.it.