Tap: San Foca sì, San Foca no. Domani audizione sindaci in Commissione

Avrà inizio domani, alle ore 13.00, l’audizione dei sindaci costieri del Salento presso la V Commissione Regionale. Ad ascoltarli e a dialogare con loro, Vendola, Barbanente e Nicastro. Ma Forza Italia tuona: o dite l’approdo alternativo o state prendendo in giro i salentini.

«Le SS. LL. sono invitate a partecipare mercoledì 8 ottobre p.v. alle ore 13.00  all’audizione richiesta dai consiglieri regionali Scianaro e Mazzei,  sulla seguente tematica: “Realizzazione del gasdotto TAP in agro di San Foca – Melendugno”. L’audizione si terrà presso la Sala Guaccero sita al secondo piano del palazzo del Consiglio regionale.»

Così recita la convocazione della V Commissione Regionale ‘Ambiente – Assetto ed utilizzazione del territorio’, una commissione importante questa volta in cui saranno ascoltati in audizione i sindaci dei comuni rivieraschi del Salento al cospetto dei consiglieri e soprattutto del Presidente della Giunta Nichi Vendola, dell’Assessore alla Qualità dell’Ambiente, Lorenzo Nicastro e dell’Assessore alla Qualità del Territorio Angela Barbanente. Audizione in cui si parlerà non solo del gasdotto, ma della possibilità di un nuovo approdo di quel gasdotto, un approdo diverso da San Foca come il Governatore della Puglia ha promesso ai sindaci di Melendugno e Vernole che l’hanno incontrato a Bari la settimana scorsa. Le comunità ci credono e ci sperano – o per lo meno quelle fette di comunità che sono contrarie all’opera – ma ieri è venuta la doccia fredda da parte del  viceministro allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti, che ha ribadito essere San Foca la location più adatta all’approdo di quella che il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, considera l’opera energetica strategica a cui l’Italia non può sottrarsi.

Mazzei e Scianaro, consiglieri regionali di Forza Italia che hanno chiesto ed ottenuto l’audizione della Commissione scendono in campo in maniera dura. E soprattutto il consigliere forzista calimerese non le manda a dire: «Finalmente domani ci sarà la tanto attesa Commissione Regionale in cui verranno ascoltati i Sindaci costieri salentini per discutere dell’approdo del gasdotto. Finalmente domani la Giunta dovrà mostrare le sue carte per un principio di logica e di verità e tutti sapremo la posizione ufficiale poiché il balletto tra i Ministri e i Viceministri di Renzi e Vendola e i suoi assessori non può durare oltre. »
Ciò che Forza Italia chiederà e di non procrastinare ulteriormente ogni decisione: Se la Regione ha condiviso l’esistenza di un sito alternativo lo deve dire subito: «Domani in Commissione finalmente si chiariranno i dubbi. O Vendola presenterà proposte di approdo alternativo a San Foca che siano fattibili oppure vuol dire che ha solo e soltanto intenzione di temporeggiare e di prendere in giro le comunità salentine. Domani non ci sarà spazio per giri di parole interlocutorie, per dilazioni, per la solita melina che non porta mai a nulla di concreto.»

Sarà insomma una commissione calda, un po’ perche arriva nel pieno della campagna elettorale per le Regionali 2015, un po’ perché il tema è di quelli che spaccano l’opinione pubblica. Trppo spesso si ha l’impressione che si discuta di questioni fondamentali per lo sviluppo più con la pancia che con la testa. Qualcuno dice: “Se ne discute soprattutto con il portafogli”. Ciò potrebbe anche essere vero, ma non sempre è così. Difficile avere opinioni univoche, ma sperare in ragionamenti scevri da preconcetti sarebbe auspicabile.



In questo articolo: