Nardò-Lavello 2-1, i granata ritrovano il sorriso e tornano alla vittoria

Ci pensa l’argentino Cristaldi con un gol per tempo a regalare i tre punti al Toro, per i lucani a segno Burzio su rigore

Il cambio di panchina tra Ciullo e De Candia giova al Nardò che ritrova il sorriso con una convincente vittoria (2-1) sulla vicecapolista Lavello. Ci pensa l’argentino Cristaldi con un gol per tempo a regalare i tre punti ai granata, per i lucani a segno Burzio su rigore.

Formazione iniziale

Mister De Candia vara un fluido 4-3-1-2 con Petrarca tra i pali, De Giorgi, Porcaro, Mileto e Dorini sulla linea difensiva, Van Ransbeeck, Mengoli e Alfarano in mediana, Mancarella dietro il tandem offensivo composto da Cristaldi e Puntoriere.

Primo tempo

Nei primi minuti di partita è il Lavello a farsi vedere in avanti con Liurni al 9’, diagonale bloccato da Petrarca in due tempi. Il Nardò al primo affondo passa in vantaggio con un’azione da manuale: Puntoriere di tacco smarca Mancarella che si incunea tra la linea difensiva ospite e confeziona un assist perfetto per Cristaldi che a rimorchio batte Amata. I granata giocano bene e collezionano occasioni su occasioni, senza però concretizzare e trovare il raddoppio: prima Amata blocca a terra un preciso diagonale di Cristaldi, poi lo stesso “puntero”  non inquadra la porta su cross di Alfarano. Al 19’ ancora un’occasione per i padroni di casa con Mengoli che in percussione conclude a rete, sul tiro respinto sulla linea dai difensori ospiti si avventa De Giorgi che sfiora la traversa. Al 22’ ci prova Mancarella da fuori area, Amata si distende e blocca. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Puntoriere colpisce a botta sicura, Amata salva miracolosamente la sua porta. Gli ospiti provano a interrompere il dominio granata agendo di rimessa e a un minuto dal termine della prima frazione Logoluso impegna severamente Petrarca, bravo a respingere in tuffo la conclusione del centrocampista lucano. Si va negli spogliatoi con il Nardò meritatamente in vantaggio.

Secondo tempo

Nella ripresa, la partita non cambia: è sempre il Nardò a gestire il gioco e al 48’ con un’azione in fotocopia trova il raddoppio con Cristaldi ottimamente servito da Mancarella. I padroni di casa sfiorano il tris al quarto d’ora con Porcaro di testa, Amata respinge sulla linea. Mister Sormani corre ai ripari inserendo Herrera e Militano al posto di Logoluso e Mercuri. E proprio il giovane attaccante lucano a tentare di impensierire la retroguardia granata in due occasioni in cui sfiora il palo alla destra di Petrarca. Break  del Lavello al 79’: Statella si incunea in area e viene steso da De Giorgi, il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto Burzio spiazza Petrarca e accorcia le distanze. Il Lavello preme e a tre minuti dal termine l’estremo difensore granata blinda la porta con un prezioso intervento per respingere la conclusione ravvicinata di Cooper. Nel finale Cavaliere si divora il gol che avrebbe potuto chiudere la gara, calciando addosso ad Amata in uscita. Il Nardò gestisce il risultato senza rischiare tanto e alla fine porta a casa tre punti importantissimi che consentono ai granata di muovere classifica.
Nel prossimo turno, in programma domenica 31 ottobre, il Nardò sarà di scena sul campo del Cerignola nella gara valevole per la 9a giornata di campionato.
SERIE D – Girone H: risultati 8ª giornata
Bisceglie – Mariglianese 1-0  Casarano – Bitonto 0-1  Casertana – Audace Cerignola 2-2  Fasano – Rotonda 0-1   Gravina – Virtus Matino 0-2  Molfetta – Sorrento 1-1  Nardò – Lavello 2-1  Nola – Brindisi 2-1  San Giorgio – Nocerina 0-1 Team Altamura – Francavilla 0-1
Classifica
Bitonto 20, Nocerina 17, Lavello 16, Casertana 16, Francavilla 15, Audace Cerignola 14, Casarano 12, Fasano 11, Molfetta 11, Mariglianese 9, Bisceglie 9, Gravina 9, Sorrento 9, Nola 9, Team Altamura 8, Virtus Matino 8, Nardò 7, Rotonda 6, San Giorgio 4, Brindisi 1
(Photo credits: @Piero Cardone)



In questo articolo: