Mercato, parla Meluso: “Su Lucioni proposta cifra non adeguata. Per me faccenda chiusa”

Al termine della presentazione di Tachtsidīs il Ds giallorosso ha parlato delle trattative che riguardano il sodalizio di “Via Costadura”, soffermandosi sulle notizie che riguardano il centrale difensivo.

La sala stampa “Sergio Vantaggiato” era gremita questa mattina. Tanti operatori della comunicazione, infatti, sono accorsi per assistere alla presentazione del centrocampista greco Tachtsidīs, ma  l’occasione per loro è stata ghiotta per approfondire alcuni temi di mercato con il Direttore Sportivo Mauro Meluso.

Il Lecce è impegnato soprattutto a sfoltire i ranghi di una rosa lunga: ci sono tanti elementi sul mercato – e che certamente partiranno – ma nelle ultime ore si sono registrati interessamenti dalla Serie A verso alcuni gioielli primo fra tutti in centrale di difesa Fabio Lucioni.

“Innanzitutto fa molto piacere che i nostri calciatori siano al centro delle attenzioni di altri club. Significa che è stato fatto un buon lavoro e questo è merito soprattutto di mister Liverani”, ha chiosato il Ds giallorosso.

“A oggi abbiamo una posizione in classifica invidiabile e non preventivabile all’inizio e per quel che riguarda i tesserati non abbiamo intenzione di trattenere alcuno, ma per sulle cessioni bisogna fare alcune precisazioni”.

“Perché un atleta possa essere ceduto ci sono tre condizioni imprescindibili: la prima è la sua volontà; la seconda è che il prezzo lo stabiliamo noi e la terza che non vengano richiesti a chiusura di mercato perché abbiamo necessità di rimpiazzarli”.

Lucioni al Sassuolo?

“Per quel che riguarda Lucioni, noi lo abbiamo ingaggiato in un periodo non molto felice per lui a causa di un’ingiusta squalifica, abbiamo sottoscritto un contratto di quattro anni facendo uno sforzo importante e quindi ne deteniamo i diritti patrimoniali. A oggi il Sassuolo lo ha cercato, ma l’offerta proposta non è ritenuta congrua e di molto, di conseguenza per me la faccenda è chiusa.

Il ragazzo lo sentirò oggi, ma è una persona sana, con principi sani come tutti i professionisti passati qui a Lecce da quando ci sono io. Non è una frase detta tanto per dire, le qualità morali di queste persone sono molto alte”.

Capitolo Mancosu

“Per quel che riguarda Mancosu non c’è nulla in cantiere, c’è stata una telefonata tempo fa, ma esplorativa, nulla di che. A oggi non esiste nulla”.

Tanti in partenza

“Adesso bisogna sfoltire la rosa. Sono sul mercato Torromino, Di Matteo, Arrigoni – a cui l’ho comunicato ieri, Cosenza, Dubikas e Megelaitis, gli ultimi due in prestito. Mi preme ringraziare questi atleti per l’abnegazione e la professionalità e per il risultato che abbiamo conseguito l’anno scorso, anche grazie a loro”.

Richiesto Falco dal Frosinone?

“Riguardo Falco al Frosinone è una notizia priva di fondamento. Non ci è stato richiesto e questo ve lo posso assicurare. Ho lavorato due anni in quella società e conosco molto bene l’ambiente”.

Possibili nuovi arrivi

“Nell’eventualità partisse Lucioni, naturalmente, ci stiamo guardando attorno per non trovarci impreparati, ma adesso non ci sono certezze. Cerchiamo, altresì, un vice Calderoni e quello di Deiola del Parma è un’ipotesi interessante”.

Riccardi e Ahye

“Riccardi è a disposizione e ha già disputato due partite con la formazione Primavera. Contiamo molto sul suo rientro, il suo è stato per noi un investimento molto importante. Lo stesso vale per Haye, per il quale Liverani ha avuto parole di apprezzamento. Già nel girone di andata lo abbiamo visto in campo, riteniamo che potrà avere altre occasioni in quello di ritorno e mostrare le sue doti”.


In questo articolo: