Il Foggia retrocede in C, Verona e Cittadella ai Play-off. Tutti i verdetti della B…con l’incognita Palermo

Dopo 38 giornate chiude il sipario del Campionato di Serie B. Brescia e Lecce salgono in Serie A, Palermo, Benevento, Pescara, Verona, Spezia, Cittadella si giocano il terzo posto.

Era cominciato il 24 agosto il campionato di Serie B. Palermo e Verona ne avrebbero dovuto fare un sol boccone per blasone, rosa, società, tifoserie, lignaggio sportivo. Niente…e il calcio è bello anche per questo. Alla fine, nove mesi dopo, in Serie A ci vanno il Brescia di Eugenio Corini e il Lecce di Fabio Liverani, ‘le Rondinelle’ di Patron Massimo Cellino e ‘i lupi’ del Presidente Saverio Sticchi Damiani.

In attesa che la Giustizia Sportiva faccia il suo corso e decida le sorti del Palermo, per adesso il rettangolo verde di gioco i suoi verdetti li ha emessi e li ha emessi anche in maniera chiara.

Play-off

Ai Play-off vanno: Palermo, Benevento, Pescara, Verona, Spezia, Cittadella. Restano fuori dalla coda per scegliere la terza neopromessa sia il Perugia di Alessandro Nesta che la Cremonese di Massimo Rastelli. Ma gli umbri sperano tanto nel ripescaggio se la Giustizia Sportiva dovesse punire il Palermo.

I play off si giocheranno dal 17 maggio (5ª vs 8ª e 6ª vs 7ª) al 2 giugno (finale di ritorno).

Alla luce dei risultati sul campo queste le sfide che si disputeranno: Palermo e Benevento aspetteranno le vincenti di Pescara-Cittadella e Verona -Spezia.

Plau-out e retrocessioni

Ad abbandonare la Cadetteria, retrocedendo in C, sono la matricola Padova (a cui non è bastato il cambio di 4 allenatori per raddrizzare le sorti – Bisoli, Foscarini, Bisoli di nuovo e Centurioni – né la fantasia di un talento puro, di categoria superiore, quale Federico Bonazzoli), il Carpi di Castori e il Foggia di Grassadonia che perde a Verona dopo essere passata in vantaggio con Iemmello.

Il play-out sarà disputato tra Venezia e Salernitana.

I Veneti devono tutto a Gianmarco Zigoni che entra in campo e segna una tripletta che ribalta la partita con il Carpi e forse un’intera stagione. La Salernitana si arrende al Pescara ed è quart’ultima.

Si salva il Livorno di Alino Diamanti che pareggia a Padova.



In questo articolo: