Lecce, oggi seduta a porta chiuse. Cosenza: ‘c’è un gruppo che sa il significato di questa maglia’

In casa Lecce parla Ciccio Cosenza: ‘Stiamo lavorando bene dopo una preparazione estiva scrupolosa. In difesa dobbiamo crescere, ma ci siamo’. Intanto per oggi Padalino ha fissato un allenamento a porte chiuse a Martignano. Domani la presentazione della rosa in Piazza.

Prosegue con una singola seduta porte chiuse la preparazione del Lecce in vista del debutto in campionato fissato per domenica pomeriggio sul campo del Monopoli. I giallorossi si ritroveranno alle ore 16.30 presso il complesso sportivo della ‘Cittadella dello Sport’ di Martignano: qui mister Padalino terrà tutti a rapporto, lontano da sguardi indiscreti.
 
Prima della seduta, però, a parlare davanti ai microfoni si è presentato uno dei leader dello spogliatoio: Ciccio Cosenza. Il possente centrale difensivo è uno dei pochi punti fermi intorno al quale il Direttore Sportivo Mauro Meluso ha costruito il nuovo Lecce. Sarà lui uno dei perni della difesa, pronto a guidare la truppa nella nuova avventura in Lega Pro.
 
‘Vedo un gruppo che si è messo a completa disposizione del mister sa cosa vuol dire indossare questa maglia – afferma Cosenza. Dopo una rifondazione quasi completa siamo ripartiti da zero: questa innovazione deve essere il segnale per rinforzarci. Le incognite ci sono sempre, anche quando c’è un gruppo consolidato, ma era il momento giusto per rinnovare l’ambiente e rinforzarci’.
 
Ad ogni modo, però, il centrale di Locri si mette sulla stessa lunghezza d’onda di capitan Lepore: ‘anche io avverto sensazioni positive – dice – dallo spogliatoio alla città c’è una bella atmosfera e questo aspetto ti coinvolge particolarmente. Dobbiamo ripartire dalla delusione dell’anno passato sebbene lo scorso campionato ormai fa parte del passato: adesso dobbiamo pensare al futuro con un allenatore giovane ma molto capace’.
 
Francesco Cosenza è certamente tra i leader del gruppo, uno dei pochissimi superstiti rispetto alla rosa dello scorso anno: ‘noi veterani del gruppo – chiosa – stiamo accogliendo i nuovi come se fossero fratelli, ma del resto siamo così per carattere, anche al di fuori del campo’.
 
Domenica intanto si gioca: ‘dopo le belle prove in Coppa Italia, siamo già proiettati al campionato, dove sarà tutt’altra storia. Chi gioca contro il Lecce lo fa con la grande voglia di dimostrare il suo valore. Tutte le partite vanno prese con le pinze, ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi seguendo le indicazioni che ci trasmette Padalino. Monopoli merita grande rispetto: ricordo che lo scorso anno affrontammo una squadra aggressiva che faceva dell’agonismo la sua arma’.
 
Lui ad ogni modo sarà presente lì dietro, pronto a guidare il pacchetto arretrato: ‘la fase difensiva certamente deve ancora crescere e migliorare, ma è normale che se il gioco è improntato all’attacco qualcosa deve essere sacrificato dietro. Giosa? È un giocatore esperto che conosco da 15 anni e giocare con lui da grandi stimoli: in carriera forse è stato sfortunato perché avrebbe meritato grandi successi. Ma non voglio dimenticare nessuno dei difensori, da Vinetot fino ai giovanissimi. E poi aspettiamo il rientro di Freddi che ci darà una grande mano. Adesso stiamo imparando a conoscerci, anche con i tre portieri che reputo tra i migliori della Lega Pro’.
 
Appunto finale sul Girone C: ‘come sempre il campionato meridionale è sempre il più duro – conclude – reso ancora più ardo con l’arrivo di due squadre ripescate d’ufficio come Taranto e Reggina. Sono piazze che conosco per avendoci giocato e so che sono difficilissime da affrontare con una storia alle spalle che non fa a misura di Lega Pro. Ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi.’
 
Ieri intanto la rosa ha accolto il nuovo arrivato Radoslav Tsonev, 21enne centrocampista bulgaro, giunto alla corte di mister Padalino come rincalzo, utile vice di Arrigoni. Mentre Alessandro Carrozza ha salutato i suoi ormai ex compagni, il resto del gruppo si è allenato regolarmente, ad eccezione dei soli Camisa e Monaco.
 
Domani sera, invece, grande appuntamento per la città: alle ore 21.30, infatti, nel cuore delle Festa Patronale in Piazza Sant’Oronzo verrà presentata l’intera squadra alla città. Nel corso della serata verrà presentato il nuovo inno dei giallorossi firmato dal musicista salentino Walter Suray e sarà altresì possibile sottoscrivere gli abbonamenti con alcune postazioni installate presso l’Open Space di Palazzo Carafa.
 
Giovedì 25, invece, è prevista la cerimonia di consegna della targa celebrativa alla società da parte del Professore Wojtek Pankiewicz.



In questo articolo: