Lecce, parla Cosenza: ‘Basta parole: il calcio non è matematica’

A pochi giorni dalla gara contro la Paganese, in casa Lecce parla Ciccio Cosenza, perno della difesa giallorossa. ‘Non possiamo permetterci di rovinare tutto – ha detto – e sappiamo che in questo momento le parole servono ben poco. Tra poche settimana iniziano i playoff’.

‘Tra qualche settimana inizierà un nuovo mini-torneo e non possiamo permetterci certo di rovinare quanto di buono abbiamo fatto, tutti insieme, fino a questo momento’. Guarda in lungo Francesco Cosenza: il difensore centrale ha parlato questo pomeriggio a pochi giorni dalla sfida contro la Paganese, terzltimo impegno per il Lecce della regular season. Cosenza, che perfettamente in linea con il resto dei suoi compagni, ha mostrato qualche lieve cenno di calo nelle ultime settimane ha precisato: ‘ Secondo me dopo una lunga serie di partite in cui siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento mentale, negli ultimi incontri non eravamo scarichi, bensì non siamo riusciti a trasferire in campo tutta la nostra determinazione’.
 
Certamente il rammarico e tanto e Cosenza non lo nasconde: ‘nelle ultime gare abbiamo lasciato tanto sul campo – ha detto – ma è da questo rammarico che dobbiamo ripartire. Il calcio, ad ogni modo, non è matematica’.
 
Qualcuno lo punge chiedendo cosa abbiamo detto loro il mister dopo questa brutta fase di appannamento, ma il possente centrale chiosa: ‘le parole contano poco, il mister è una persona pratica e noi siamo abbastanza maturi da capire che le parole in questo momento non servono’.
 
Testa bassa, dunque, e lavoro sodo, perché non è assolutamente detto che accedere agli spareggi-promozione sia scontato: ‘il calcio è bello – spiega Cosenza – perché ti dà la possibilità di rifarti subito. Stiamo facendo dei sacrifici assieme a tutti e di certo non possiamo rovinare tutto – ribadisce. Ci teniamo a fare bene in queste ultime partite e poi inizierà un altro mini­torneo’.
 
Il pensiero allora viaggia su quella che sarà una lotteria per accedere alla Serie B. ‘Nei play off è scontato affrontare grandi squadre, ma per noi non è un problema. Personalmente preferisco affrontare sempre avversari del calibro di Foggia o Benevento, piuttosto che di bassa classifica’. Il motivo è presto spiegato. ‘contro certi avversari le motivazioni sono sempre al massimo. Il primo posto? Lo merita il Benevento per quanto sta dimostrando sul campo e dai risultati che riesce sempre ad ottenere’.
 
Infine un pensiero vola ai tifosi: ‘sebbene abbiamo lasciato dei punti ultimamente, è il Via del Mare il nostro vero punto di forza, potendo contare sull’apporto dei nostri splendidi tifosi’, conclude Cosenza.
 
Terminata la conferenza stampa, Cosenza ha raggiunto ha raggiunto i suoi compagni sul manto erboso dello stadio del capoluogo per affrontare in amichevole il Gallipoli.



In questo articolo: