Lecce, parla Vutov: ‘qui sono tutti dei bravi ragazzi’. E su Bojinov…

Tra una seduta di allenamento e l’altra durante il ritiro in Calabria, parla Antonio Vutov. Attaccante mancino, 20 anni, di proprietà dell’Udinese, è arrivato in prestito al Lecce carico di speranze: ‘voglio far bene con questa maglia, ma devo ancora migliorare tanto’.

Mentre proseguono i duri allenamenti ordinati da mister Pasquale Padalino, i calciatori del Lecce si concedono di tanto in tanto ai taccuini dei giornalisti. In quel di Cotronei, sede del ritiro precampionato, oggi è il turno di Antonio Vutov, giovanissimo attaccante, una delle ultime pedine ingaggiate dal Direttore Sportivo Mauro Meluso.
 
‘Mi sto trovando molto bene con i miei nuovi compagni di squadra – confessa subito il giovane bulgaro – sono tutti dei bravi ragazzi. Sono felice per questo mio trasferimento nel Lecce, questa è una piazza che può dare tanto per la mia crescita’. Una occasione certamente importante per un ragazzo cresciuto tra le giovanili del Levski di Sofia e che in Italia cerca la sua consacrazione. Nel 2014, infatti, viene notato dall’Udinese, poi viene girato in prestito al Cosenza, dove ha passato l’ultima, tutto sommato, positiva stagione. ‘Il mio cartellino è di proprietà dell’Udinese – dice – ma sinceramente in questo momento ogni mio pensiero è rivolto al Lecce’.
 
Mancino, adattabile sulla linea mediana dello scacchiere tattico, Vutov però è lì davanti che rende al massimo, freddo quanto basta per battere il portiere avversario di turno. ‘Questo periodo di ritiro è duro, ma stiamo lavorando per gettare le basi per preparaci al meglio a questa nuova annata – afferma ancora il bulgaro, classe 1996. L’altro giorno siamo stati impegnati nella prima gara amichevole e personalmente mi sono trovato molto bene negli schemi di mister Padalino. A me piace il sistema di gioco con cui abbiamo affrontato questo primo test. Sono un esterno d’attacco, il mio piede è il sinistro. Quali i miei punti di forza? Sinceramente preferisco soffermarmi su altro, nel senso che rivolgo le mie attenzioni sulle cose in cui devo migliorare e un calciatore di 20 anni deve migliorare in tutti gli aspetti’.
 
Le sue qualità, però, non si discutono, tanto che fin da giovanissimo ha fatto parte anche delle varie nazionali giovanili della Bulgaria: ‘questa esperienza in giallorosso mi darà l’opportunità di confermarmi nell’Under 21 – precisa. Il mio obiettivo è quello di far bene in maglia giallorossa e rendermi utile alla squadra’.
 
Se si parla di Lecce e di Bulgaria, però, il pensiero non può che andare su una delle grandi bandiere dell’era moderna giallorossa, Valeri Bojinov. ‘Lo conosco – ammette Vutov – ci siamo incontrati un paio di volte. So che lui è cresciuto nel settore giovanile del Lecce e di questa terra me ne ha sempre parlato bene’.



In questo articolo: