Il Lecce ne fa 13 al Sinigo, Baroni: “Bene per intensità e voglia. Subito protagonisti i nuovi”

Paganini autore di quattro gol nella prima amichevole precampionato contro una compagine di terza categoria. Soddisfatto il tecnico.

Finisce con una goleada la prima amichevole precampionato che ha visto il Lecce opposto al Sinigo, una compagine di Terza Categoria. Nel ritiro di Folgaria, contro gli altoatesini, capitan Mancosu e compagni si sono imposti con un 13-0, ad andare in gol  Mancosu, Blin, Bjarnason autore di una doppietta, Burnete, Paganini con quattro gol, Björkengren, Henderson, Hjulmand, Meccariello, una vittoria che ha soddisfatto il neo tecnico Marco Baroni.

“Al di là delle reti era importante che la partita fosse presa nella maniera giusta, con impegno e voglia. Abbiamo fatto buone cose. C’è stata una discreta intensità nonostante un avversario chiaramente non di grande livello, ma noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Abbiamo compensato anche dopo la partita con un lavoro metabolico, quindi la seduta è andata molto bene. Poi non ci sono stati infortuni, aspetto importantissimo perché quando i carichi di lavoro sono così importanti c’è sempre questo rischio e serve superare queste uscite bene sotto il profilo sanitario”.

Rodriguez in posizione di ala

“Utilizzarlo da esterno offensivo non è solo un esperimento perché lo abbiamo provato anche in allenamento. Voglio conoscerlo meglio, anche se sono ben consapevole delle sue attitudini, qualità e caratteristiche. Si è impegnato e ha fatto bene, poi ci lavoreremo ancor più e noi gli daremo opportunità e spazio”.

I nuovi arrivati

Blin era già abituato a lavorare in un certo modo, mentre magari Bjarnason può pagare un po’ di più la differenza di carichi e ritmi di lavoro. Tuttavia è un ragazzo che non molla, solido, che vuole migliorarsi e che ha buoni presupposti per crescere”.

Le strutture di Folgaria

“A Folgaria sta andando molto bene. In albergo stiamo benissimo, il campo è buono e ci sono tutti i presupposti per lavorare bene. Dovremo sudare e soffrire, perché questo è il momento per mettere dentro volume e benzina, stando anche con della stanchezza addosso. Ci sono i presupposti per fare un buon ritiro”.

I calciatori che non hanno giocato

“Le assenze di Zuta e Listkowski sono solo preventive. Avevano qualche fastidio e questo non è il momento di rischiare elementi. Non voglio mai forzare chi non sta benissimo, si sono comunque allenati a parte”.

Oggi i giallorossi saranno impegnati nelle cure fisioterapeutiche e nel pomeriggio, alle ore 17.30, si svolgerà l’allenamento.



In questo articolo: