Corini, “Pordenone squadra di valore e difficile da affrontare”. Ufficiale Falco alla Stella Rossa. I Convocati

Alla vigilia della sfida contro i friulani parla il tecnico dei salentini. Mancheranno Listkowski e Tachtsidis. Hjulmand verso una maglia da titolare.

Non ci sarà Filippo Falco, domani, nella sfida pomeridiana che vedrà il Lecce scendere in campo contro il Pordenone, nella prima giornata del girone di ritorno del Campionato di Serie B.

Non è certo una notizia, o una novità. Erano settimane, infatti, che il “Talentino (mai esploso) di Pulsano”, non veniva neanche convocato, ma questa volta è diverso, perché, il fantasista tarantino, non è più un calciatore del Lecce. Questa mattina, infatti, la tanto attesa firma è arrivata e il giocatore si è accasato alla Stella Rossa di Belgrado. Termina così un lungo tira e molla che dura da inizio estate e che, francamente, aveva stufato un po’ tutti.

Per quel che riguarda il resto, contro i friulani, mister Eugenio Corini, dovrà fare a meno di Tachtsidis squalificato, che sarà sostituito da Hjuldman, ma avrà nuovamente a disposizione bomber Massimo Coda a fare coppia con Stepinski, mentre, nella corsia mancina di difesa, nonostante il buon esordio di Gallo, ci sarà Zuta.

“Affrontiamo una squadra di valore che negli ultimi anni ha ottenuto una promozione in B, l’anno scorso è giunta ai Play Off e oggi è dietro di noi, stanno lavorando bene da tanti anni e ci spettiamo una gara difficile”, commenta l’allenatore dei giallorossi nella consueta conferenza stanza della vigilia.

“Hjuldman ha completato la rifinitura oggi, nonostante qualche problema muscolare in settimana e penso che verrà schierato al posto di Tachtsidis visto che ha l’attitudine per quel ruolo; Listkowski ha una tendinite che gli sta dando fastidio, abbiamo provato questa mattina, ma sente dolore e non lo ho convocato, ma speriamo di recuperarlo per l’Ascoli: Per quel che riguarda Rodriguez, non dimentichiamo che appena giunto a ha avuto il covid e poi un problema muscolare, ha giocato contro il Vicenza, ha segnato, ma poi si è nuovamente infortunato e la settimana scorsa lo abbiamo recuperato due giorni prima della gara con l’Empoli, dobbiamo consolidare la sua tenuta atletica e preservarlo affinché non si faccia nuovamente male, ma avrà lo spazio che merita.

Il Pordenone è una squadra solida, difficile da contrastare, ha fisicità e sono bravi sulle palle inattive e spesso hanno rotto l’equilibrio delle gare ed è su ciò ho fatto preparare i miei ragazzi.

Abbiamo affrontato i friulani alla prima gara del campionato e quelli che erano cambiati molto eravamo noi. In questi quattro mesi, siamo cresciuti e vogliamo continuare a farlo. Fortunatamente lunedì termina finalmente il calciomercato e avremo la squadra definitiva, ma come ho ripetuto bisogna ancora crescere.

Faccio un in bocca al lupo a Pippo (Falco ndr) per questa nuova avventura. Per quel che riguarda il mercato, abbiamo sistemato il centrocampo e in questi ultimi giorni vedremo se dovremo fare qualcosa in attacco. Se sarà compiuta la faremo al meglio. Il Direttore è sempre presente.

Sono contento che Antonino (Gallo ndr) abbia esordito in quel modo, ma in funzione di domani darò continuità a Zuta, ma Gallo lo terrò in considerazione.

La fretta è una cattiva consigliera, ma non bisogna aspettare troppo. L’ambizione è quella di migliorarci, perché siamo qualche punto indietro rispetto alle altre, ma non bisogna estremizzare e mantenere un equilibrio. Tra qualche giornata vedremo se potremo avere l’ambizione per lottare per la promozione diretta o per giocarla ai Play Off, ma l’incontro di domani non deve essere decisivo né se si vinca, né se si perda.

I convocati

Intanto sono 22 i convocati dal tecnico bresciano per la partita. Questi i nomi e i numeri di maglia: 1. Bleve, 4. Pisacane, 5. Lucioni, 6. Meccariello, 7. Paganini, 8. Mancosu, 9. Coda, 11. Adjapong, 14. Stepinski, 15. Monterisi, 16. Nikolov, 21. Gabriel, 22. Vigorito, 23. Björkengren, 24. Zuta, 25. Gallo, 26. Dubickas, 34. Maselli, 37. Majer, 42. Hjulmand, 53. Henderson, 99. Rodriguez.



In questo articolo: