Nardò-Brindisi 4-0. Il Toro cala il poker, raggiunge la vetta e guarda tutti dall’alto

La formazione granata domina la ripresa e conquista la quarta vittoria consecutiva. Fondamentali i cambi di mister Danucci. Domenica c’è la Puteolana.

È un Nardò forza 4 quello che si abbatte sul malcapitato Brindisi nel tiepido pomeriggio del “Giovanni Paolo II”: quarta vittoria consecutiva e quattro gol realizzati che lanciano i granata al primo posto in classifica, seppur virtuale per via di due gare in più rispetto al Casarano, una rispetto all’Andria e tre rispetto al Taranto. In attesa dei recuperi, intanto, il Toro si gode il primato in solitaria del girone H.

Formazione iniziale

Formazione a trazione offensiva per mister Danucci che nel consueto 4-2-3-1 schiera Milli tra i pali, linea difensiva composta da Trinchera, De Giorgi, Romeo e Nicolao; in mediana agiscono Cancelli e Valzano, con Potenza, Rimoli e Caputo a supporto del terminale offensivo Törnros.

Primo tempo

Avvio di gara caratterizzato da una fase di studio con gli ospiti che sembrano più tonici rispetto ai padroni di casa. La prima palla gol dell’incontro capita al 10’ sui piedi dell’ex Calemme che calcia da ottima posizione, Milli blocca a terra. Al quarto d’ora uno svarione difensivo granata lancia Buglia verso la porta di Milli che è bravo a chiudere lo specchio e deviare in angolo la conclusione del centrocampista brindisino. Il Nardò non riesce a trovare continuità nelle giocate tant’è che i pericoli alla porta avversaria vengono solo da calci piazzati. Alla mezzora Caputo imbecca Törnros che spedisce alto. Dopo cinque minuti, sugli sviluppi di una punizione scodellata in area, l’attaccante svedese batte a rete, Lacirignola sventa la minaccia. Nel finale di tempo ci prova ancora Törnros che a pochi passi dalla porta spedisce sopra la traversa. Le due squadre vanno al riposo con il punteggio di 0-0.

Secondo tempo

Nella ripresa il Nardò inizia con un piglio diverso cercando le giocate in profondità. Al 53’ Potenza si invola verso la porta, supera Lacirignola in uscita e batte sicuro a rete ma sulla traiettoria si oppone Sicignano e allontana il pallone sulla linea. Dopo un’ora di gioco mister Danucci inserisce il centrocampista Lezzi al posto del difensore Trinchera arretrando Cancelli sulla linea difensiva. La mossa del tecnico granata si rivela azzeccata perché il Nardò trova fluidità di gioco e spinge in avanti. Il Toro apre la manopola del gas e il Brindisi non riesce a contenere l’offensiva avversaria al punto che nell’arco di quattro minuti i granata chiudono prepotentemente la gara: al 64’ Rimoli scambia veloce con Potenza e fulmina Lacirignola per il vantaggio. Dopo due minuti Törnros buca la difesa ospite e l’estremo difensore brindisino lo abbatte in area: calcio di rigore trasformato da Caputo che va in doppia cifra a quota dieci. Passano ancora due giri di lancette e Potenza lanciato dalle retrovie trova lo spiraglio giusto per il tris granata. Il Brindisi tramortito non riesce più a reagire e il ciclone granata completa l’opera all’81’ con Gallo, bravo a sfruttare una corta respinta della difesa adriatica e battere Lacirignola sul primo palo. Il poker granata è servito e ora gli uomini di Danucci possono guardare tutti dall’alto del primo posto, risultato di grande rilievo considerato l’obiettivo stagionale della salvezza. 
Nel prossimo turno in programma domenica 7 marzo, il Nardò farà visita al fanalino di coda Puteolana.

SERIE D – Girone H: risultati 20ª giornata

Fasano – Casarano 2-2
Fidelis Andria – Sorrento 2-0
Francavilla – Audace Cerignola 2-3
Gravina – Real Aversa rinv.  
Molfetta – Bitonto 3-3
Nardò – Brindisi 4-0
Portici – Lavello 0-1
Taranto – Puteolana 1-0
Team Altamura – Az Picerno rinv. 

Classifica

Nardò 34, Casarano 33, Fidelis Andria 33, Taranto 31, Lavello 31, Az Picerno 29, Bitonto 29, Team Altamura 27, Molfetta 26, Sorrento 24, Audace Cerignola 24, Fasano 19, Francavilla 19, Real Aversa 18, Brindisi 18, Portici 15, Gravina 14, Puteolana 12.



In questo articolo: