Nardò – Gelbison 3-0, i granata calano il tris. Eurogol del portiere Mirarco che segna da porta a porta

Terminato il primo tempo 0-0, la ripresa degli uomini di Foglia Manzillo è uno spot per il calcio. Segnano Calemme, Centonze e il portiere Mirarco che segna dalla propria porta

Un tris per rilanciarsi dopo due sconfitte di fila e ritrovare lo smalto dei giorni migliori. Il Nardò travolge la Gelbison grazie ad un secondo tempo sontuoso che permette ai granata, seppur ancora ultimi in classifica, di accorciare sulle dirette concorrenti per la salvezza.

Formazione iniziale

Mister Foglia Manzillo, senza Aquaro che in settimana ha lasciato la squadra, deve rinunciare ancora all’acciaccato Stranieri e schiera il consueto 3-5-2 con Mirarco tra i pali, Pantano, Centonze e Trinchera sulla linea difensiva; in mediana agiscono Danucci, Mengoli e Cancelli con Frisenda e Natalucci sugli esterni, coppia d’attacco formata da Calemme e Camara.

Primo tempo

Il primo tempo non regala particolari emozioni anche a causa di un terreno di gioco reso particolarmente pesante dalla pioggia abbondante. Il Nardò ci mette la solita buona volontà e prova a costruire il gioco ma l’estremo difensore ospite praticamente non si sporca mai i guantoni. Dall’altra parte la Gelbison si difende con organizzazione e agonismo, e riparte senza paura creando potenziali pericoli con Varela e Orlando che però non impensieriscono Mirarco. Nel finale di tempo arriva il primo tiro in porta dei padroni di casa con Calemme che ci prova con un destro a giro dal limite ma il pallone sfiora l’incrocio dei pali. Si va all’intervallo con il punteggio di 0-0.

Secondo tempo

Nella ripresa si balla su un altro spartito. E il merito va al Nardò che sfiora il vantaggio al 50’ con un colpo di testa di Centonze che scheggia la traversa. Un minuto dopo il Toro passa in vantaggio con Calemme che disegna una splendida parabola su punizione da oltre trenta metri e trafigge D’Agostino. Il vantaggio granata sveglia la Gelbison che in due occasioni va vicina al pareggio prima con Orlando e poi con Varela che non inquadrano lo specchio della porta. La squadra di Foglia Manzillo tiene bene il campo e al 61’ arriva il raddoppio con Centonze che raccoglie un invito di Calemme su punizione e deposita in rete con un preciso colpo di testa. Con il passare dei minuti, il terreno di gioco diventa sempre più pesante e le due squadre faticano a impostare la manovra. Il ritmo di gioco cala inevitabilmente consentendo ai granata di amministrare agevolmente il vantaggio. All’80’ il Nardò resta in dieci per il doppio giallo comminato a Mengoli. Nel primo minuto di recupero il Toro cala il tris con un gol incredibile del portiere Mirarco che vede il collega D’Agostino fuori dai pali e lo beffa con una traiettoria precisa da porta a porta.

Il 3-0 finale regala al Nardò un successo fondamentale per la classifica e soprattutto per il morale in vista della prossima sfida di domenica prossima in trasferta contro l’Altamura.
SERIE D – Girone H: risultati 13ª giornata
Audace Cerignola – Fasano 2-1
Brindisi – Francavilla 1-2
Casarano – Agropoli 4-1
Foggia – Altamura 1-0
Grumentum – Gladiator 4-2
Nardò – Gelbison 3-0
Nocerina – Fidelis Andria 1-5
Sorrento – Bitonto 1-1
Taranto – Gravina 0-3

Classifica

Foggia 27, Bitonto 26, Taranto 24, Fasano 23, Sorrento 23, Casarano 21, Gravina 20, Audace Cerignola 20, Gelbison 17, Altamura 16, Gladiator 15, Brindisi 15, Fidelis Andria 15, Grumentum 15, Nocerina 14, Francavilla 14, Agropoli 12, Nardò 10 


In questo articolo: