Il ritorno dell’Hellas Verona in serie A, la società punta a salvarsi ma i dubbi sono tanti

Promossa in Serie A dopo aver vinto il Play Off la compagine scaligera punta alla permanenza, ma fino a ora non si registrano nomi di spicco durante la campagna acquisti.

Ultimo appuntamento con la rubrica che ci ha portati a scoprire le squadre della serie A ai raggi X che, nella prossima stagione, affronteranno il Lecce.

Il “canto del cigno” di questa particolare agenda tratta l’ultima promossa dello scorso torneo di B,  l’Hellas Verona.

Le avversarie del Lecce, l’Hellas Verona

Partita con i favori del pronostico per in ritorno diretto nel massimo torneo, l’Hellas  insieme a Palermo e Benevento ha tradito le aspettative. 

Per buona parte del campionato la compagine scaligera è sempre stata tra le prime 3 posizioni. Ma prestazione non all’altezza della squadra hanno impedito ai gialloblu di mantenere il passo delle primissime squadre, finendo così in zona play-off.

Verso la fine del campionato, poi, l’Hellas è sembrato non avere più energie necessarie anche per centrare l’obiettivo degli spareggi, difatti, la squadra ha iniziato ad avere in un lento ma progressivo peggioramento che ha portato all’esonero di mister Fabio Grosso. Questa scelta da parte della società, si è rilevata vincente, poiché, la decisione, ha scosso l’ambiente e ha portato a un filotto di vittorie che ha consentito ai veronesi di vincere i play-off.

La nuova stagione

Con che obiettivo parte dunque l’Hellas? Chiaramente quello della salvezza. anche se, dando uno sguardo al mercato finora svolto, non risultano nomi di spicco capaci di far stare i tifosi tranquilli. L’unico nome degno di nota, è quello di Miguel Veloso prelevato dopo essersi svincolato dal Genoa. Per il resto, solo nomi di contorno, che servono ad allungare l’attuale rosa. Forse, l’unico titolare, potrebbe essere Badu (Udinese).



In questo articolo: