​A Torre dell’Orso musica a tutto volume fino all’alba. L’esasperazione di un turista: ‘Qui e’ terra di nessuno’

Musica a tutto volume fino a notte fonda, rifiuti abbandonati che campeggiano nella pineta e turismo selvaggio: l’esasperazione di una giovane famiglia in vacanza a Torre dell’Orso, impossibilitata a trovare un po’ di serenita’ durante la permanenza nel Salento.

“In medio stat virtus” dicevano i latini, ma nella realtà quel sano equilibrio nelle cose è difficilmente raggiungibile. E’ questo il caso delle località turistiche del Salento che, ogni stagione estiva, rinascono come luoghi di un divertimento che si protrae fino a notte fonda diffondendo il malcontento tra i residenti delle zone.
    
Località di mare che i leccesi abbandonano per lo più nei mesi invernali, prese d’assalto in estate da gruppi di turisti festanti, votate al divertimento ed in cui poter riposare e dormire resta un miraggio.
     
Sovente, accade anche che si spenga la musica ma i bagordi continuino fino alle prime luci dell’alba e le lamentele dei residenti si facciano sempre più insistenti.
    
E’ quello che è accaduto ad una giovane famiglia che, per le ferie estive, risiede temporaneamente in località Torre dell’Orso e che ha scelto di contattare la redazione di Leccenews24, in preda alla disperazione.
    
Abbiamo due bimbe piccole di 7 mesi e 3 anni e passiamo l'estate a Torre dell'Orso dove abbiamo una casa di famiglia” – racconta il turista che ha inoltrato la segnalazione.
     
“Da qualche anno le notti a Torre dell'Orso sono diventate un incubo per via della musica a tutto volume sparata in pieno centro di paese da un locale notturno fino anche alle 4 di notte – lamenta l’uomo . Nel suo racconto ci spiega che è stato costretto ad installare nell’appartamento un condizionatore, impossibilitato com’era, a causa del baccano proveniente dal locale nei pressi dell’abitazione, a lasciare le finestre dell’appartamento aperte nelle ore notturne; nonostante ciò, la musica risultava sempre ben udibile, così nella più vicina farmacia del luogo ha tentato la via dei tappi per le orecchie, anche in questo caso ottenendo scarsi risultati.
     
 La situazione è ben nota alle forze dell'ordine – continua il turista – le quali possono solo comminare multe , circa 1500 euro,  il cui importo ridotto non costituisce tuttavia un deterrente per l’attività. Ormai Torre dell'Orso sembra una terra di nessuno dove ciascuno può fare quello che vuole, i rifiuti non vengono differenziati, la pineta è una discarica, c'è da vergognarsi, soprattutto nei confronti dei turisti stranieri”.
    
 E’ questa l’istantanea del nostro territorio che ci consegna una famiglia in vacanza  per le ferie estive, convinta di poter trovare ristoro , riposo e serenità, ma che si è ritrovata invece  a dover fare i conti con quella macchina da soldi che è il divertimento estivo nel Salento.
     
“Vi scrivo perché siamo esasperati e penso che solo puntando i riflettori su questa situazione di degrado si possa finalmente ottenere un miglioramento” – chiosa il turista nella speranza che qualcosa possa cambiare nella gestione del divertimento estivo targato Salento. 



In questo articolo: