Alla giovane leccese Annachiara De Marco, il premio “Ecodesign the Future”

23 anni, originaria di Alessano e laureata in Design Industriale al Politecnico di Bari, ha vinto con il progetto dell’imballaggio coltivabile.

L’imballaggio del tablet diventa terreno fertile per coltivare le piante: è l’innovativo progetto di green packaging con cui la giovane leccese Annachiara De Marco, 23 anni ha vinto la prima edizione di Ecodesign the Future, il riconoscimento dedicato ai green pack per le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, ideato dal Consorzio Erion Packaging in partnership con Economiacircolare.com nell’ambito del primo corso di alta formazione sulla pratica dell’eco-progettazione.

Annachiara De Marco

Originaria di Alessano e laureata al Politecnico di Bari in Design Industriale, Annachiara De Marco è l’autrice del progetto Coltipack, frutto della collaborazione avviata durante il workshop di formazione con due giovani eco-designer, Sara Gransinigh di Udine e Fabrizio Virga di Bracciano.

Il progetto

Il concept di eco-pack è stato scelto da una giuria di esperti per la componente fortemente innovativa, capace di integrare funzionalità, estetica e circolarità: una volta svuotato, il pack può essere coltivato grazie al filler interno biodegradabile costituito da un tappetino di torba. Inoltre, da un’apposita app si possono consultare informazioni sulla coltivazione e condividere con altri utenti dubbi ed esperienze.

Il percorso di formazione di Ecodesign the future, iniziato nell’ottobre 2021 e patrocinato da Isia – Istituto universitario di design italiano – e Poliarte di Ancona, ha visto il coinvolgimento di 30 studenti e neolaureati provenienti da tutta Italia. A guidare i giovani sono stati esperti del settore, addetti ai lavori e accademici in prima linea nella transizione verso un modello di economia circolare e provenienti dai principali enti di formazione pubblici e privati tra cui l’Istituto di Management della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, l’Università degli Studi della Tuscia, l’Università degli Studi di Brescia, l’Università di Pisa e l’Isia Roma Design.