Autobus e barriere. Entro agosto l’adeguamento dei mezzi Sgm

Entro agosto tutti i mezzi delle autolinee urbane saranno attrezzate per il trasporto dei diversamente abili. Frasca:«l”™intero parco macchine del trasporto urbano di Sgm sarà privo di barriere»

Tra poco più di un mese, tutti gli utenti diversamente abili potranno viaggiare senza problemi sulle autolinee urbane. Ad annunciarlo è ll presidente di Sgm, Mino frasca: “Entro agosto tutti i mezzi a nostra disposizione sulle linee di trasporto urbano saranno perfettamente attrezzati per i diversamente abili”.

Una misura che, indubbiamente, punta al superamento delle barriere architettoniche. In sostanza, per i quattro mezzi di marca “Mercedes”, sui quali vi era la pedana automatizzata – detta anche ad azionamento elettrico – la società sta procedendo alla relativa sostituzione con delle pedane a ribaltamento manuale.

Discorso diverso, invece, per gli altri tredici automezzi: in tal caso, bisognerà abilitarli per la prima volta al trasporto dei diversamente abili; ovviamente, avverrà l’installazione di pedane manuali e del necessario alloggiamento per la carrozzella a bordo.

Per quanto concerne, invece, i quindici autobus “Scania”, verranno sostituite le pedane già automatizzate con quelle manuali; anzi, su dodici di queste l’intervento è già stato effettuato.

La scelta di dotare alcuni mezzi di pedana automatizzata ci ha causato qualche problema e soprattutto disagi inaccettabili agli utenti diversamente abili” – precisa il Presidente Frasca, che prosegue: “Paradossalmente siamo costretti a fare un passo indietro dal momento che le pedane ad apertura elettronica funzionano male, come diversi utenti ci hanno segnalato.

Frasca spiega quanto il meccanismo sia molto delicato, poiché collegato al funzionamento dei sensori che si bloccano a causa della polvere o della vicinanza con marciapiedi. E tutto ciò nonostante i  molteplici accorgimenti e una manutenzione assidua.

È ovvio, però, che non si possono tollerare barriere di tale portata se queste impediscono un agiato accesso al mezzo da parte di una particolare categoria di utenti. “Con questa operazione – prosegue Frasca – l’intero parco macchine del trasporto urbano di Sgm sarà privo di barriere per gli utenti diversamente abili. E’ un impegno che abbiamo preso con loro e che stiamo per portare a termine. Vogliamo fare la nostra parte in una città solidale, civile e appunto senza barriere”.