Segnali stradali per indicare la presenza del lupo, pronto un progetto della Provincia di Lecce

A darne notizia Giovanni D’Agata, Presidente dello “Sportello dei Diritti”. La specie si sta riproducendo sul territorio e aumentano sempre più gli avvistamenti.

Da qualche tempo a questa parte nel Salento, si sa, gli avvistamenti sono di gran lunga aumentati, alcuni si sono registrati anche nei giorni scorsi. E questa buona notizia a tutti gli ambientalisti e a chiunque ami la natura, non può non che fare piacere. I lupi sono tornati in provincia di Lecce, una specie presente circa 100 anni fa sul territorio e che per una serie di fattori era sparita dal Tacco d’Italia.

Ora la certezza della sua presenza, studiata anche dal biologo Giacomo Marzano, non può che comportare una decisa opera di salvaguardia al fine di garantire la convivenza di quest’animale straordinario con l’uomo, gli animali domestici e i lembi di territorio che ne favoriscono l’habitat.

Ed è proprio in questa esigenza, che si inserisce un progetto che sta per avviare la Provincia di Lecce per la tutela e protezione della specie. A darne notizia Giovanni D’Agata, Presidente dell’Associazione “Sportello dei Diritti”.

L’iniziativa messa in atto dall’Ente di “Palazzo dei Celestini”, comporterà l’installazione di una serie di segnali stradali su tutto il territorio provinciale atti a ricordare a chiunque transiti che il lupo è tornato ed è vivo.

Non si tratta, quindi, solo di un sistema per attirare l’attenzione degli automobilisti che dovranno necessariamente porre più attenzione, onde evitare il rischio di investirli, ma anche di un modo per ricordare a chiunque che la natura si sta riappropriando lentamente e a fatica dei suoi spazi e che va tutelata per evitare di perdere nuovamente un patrimonio che non ci si può più permettere di  disperdere.



In questo articolo: