Al via gli esami del corso di specializzazione per il sostegno, in streaming le discussioni finali

L’Università del Salento, prima in Italia, chiude in questi giorni il quarto ciclo. A decidere l’esito Trenta commissari riuniti in 14 commissioni.

Dopo la decisione comunicata nei giorni scorsi da parte di UniSalento di prorogare la scadenza dei termini per la partecipazione al bando che consente l’accesso ai l’accesso al quinto ciclo dei corsi di formazione “per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità”, giunge una nuova determinazione al riguardo da parte dell’Ateneo salentino, riguardante, però, il quarto ciclo.

Trenta commissari riuniti in 14 commissioni e un fitto calendario organizzato in sette giornate: l’Università del Salento, prima in Italia, chiude in questi giorni il quarto ciclo del Corso di Specializzazione per le attività di Sostegno partito nell’Anno Accademico 2018-19, consentendo ai 206 corsisti di sostenere online gli esami finali.

«Un’operazione gravosa ma necessaria», sottolinea la direttrice del corso, Stefania Pinnelli, che per Decreto presiederà ogni commissione, «poiché consentirà ai futuri docenti di sostegno di spendere la specializzazione acquisita, frutto di mesi di duro e appassionato lavoro. UniSalento dà loro la possibilità, in questo modo, di entrare celermente a far parte del mondo del lavoro partecipando, per esempio, alle domande di mobilità, il cui termine è previsto per il 15 maggio».

Dopo il riconoscimento dei candidati, la discussione avviene in streaming con l’esposizione degli elaborati e la descrizione delle esperienze di tirocinio: «Un’altra forte risposta della nostra Università all’emergenza», conclude Pinnelli, «Un invito a continuare a scommettere sulla creatività e sull’ottimismo, ben presente nei volti dei nuovi docenti che concludono la specializzazione in queste ore nel rispetto del rigore e della qualità della valutazione».



In questo articolo: