Novembre comincia con l’estate di San Martino: sole e caldo per “tre giorni e un pochino”

L’estate di San Martino arriverà con largo anticipo quest’anno. Grazie all’alta pressione, novembre comincerà con tanto sole e temperature ‘calde’

«Estate di San Martino». Così è chiamata quella parentesi di bel tempo che mette in pausa l’autunno. Un «capriccio» meteorologico non raro che la tradizione lega alla leggenda del mantello di Martino di Tours, soldato dell’Impero Romano e uomo di buon cuore che si convertì al cristianesimo dopo che Gesù gli apparve in sogno.

Secondo una antica tradizione, in una notte molto fredda il futuro Santo incontrò, non lontano da una delle porte della città francese di Amiens, dove viveva, un povero a cui donò metà del suo mantello per ripararsi dal freddo. Ripreso il suo cammino, incrociò un altro bisognoso a cui regalò l’altra metà, mosso da compassione. Secondo la tradizione Martino, rimasto al freddo, si sarebbe scaldato con i raggi del sole, comparsi all’improvviso, quasi per miracolo. Da qui l’estate di San Martino, per indicare il caldo anomalo nel bel mezzo dell’autunno.

Secondo un noto proverbio popolare, quest’insolita condizione meteorologica che si presenta a metà novembre è destinata a durare “tre giorni e un pochino”. E anche quest’anno sarà così, ma non l’11, giorno in cui si festeggia il protettore del vino, dei pellegrini e dei viandanti soprattutto in Salento. Secondo le previsioni meteo, il bel tempo arriverà con largo anticipo.

Gli esperti non hanno dubbi: dal giorno di Ognissanti l’alta pressione potrebbe conquistare il Belpaese regalando giornate ricche di sole e un aumento delle temperature. L’asticella della colonnina di mercurio segnerà valori superiori alla media del periodo, soprattutto al Centro-Sud. Insomma, la tanto attesa «estate di San Martino» potrebbe cominciare in anticipo.



In questo articolo: