Estimi catastali, l’Agenzia del territorio propone l’appello

La questione della rivalutazione degli estimi catastali continua con la richiesta dell’Agenzia delle Entrate che propone l’appello.

Nuovo capitolo della saga infinita che riguarda la questione della rivalutazione degli estimi catastali. L'Agenzia del territorio non demorde e propone l'appello.

È una sorpresa quasi inattesa la notizia che ha comunicato l’avvocato Maurizio Villani, promotore dei primi ricorsi individuali e consulente di quelli collettivi contro il famigerato riclassamento generalizzato degli estimi catastali operato dall’Agenzia dei Territorio su input del comune di Lecce, secondo cui sono stati notificati vari atti di appello dell’Agenzia del Territorio sulla questione degli estimi.

Tutto questo nonostante le numerose sentenze della Commissione Tributaria Provinciale di Lecce che hanno riconosciuto pienamente le ragioni dei contribuenti sanzionando con una sonora e annunciata bocciatura della procedura, l’iter seguito dalla pubblica amministrazione, censurato, peraltro anche dal T.A.R. della Puglia.

Questo il pensiero di Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei diritti” di Lecce sulla questione: “Ad ogni modo, entro 60 giorni dalla notifica continueremo a difendere i contribuenti provvedendo a costituirci presso la Commissione Tributaria Regionale – Sezione Staccata di Lecce per contrastare le tesi difensive dell’ente e per chiedere la conferma delle favorevoli sentenza in primo grado. È evidente, quindi, che la questione si sposta presso la Commissione Tributaria Regionale – Sezione Staccata di Lecce, in un ennesimo capitolo di una saga che sta assumendo contorni grotteschi a causa del comportamento della Pubblica Amministrazione che non vuole demordere nonostante quanto accaduto e ciò, ancora una volta, con conseguenze per la collettività di facile previsione”.



In questo articolo: