Nasce la Federazione IDM, 14 associazioni di volontariato fanno rete: ‘Essere più forti per essere più generosi’

La Federazione è un’associazione di secondo livello che ha come priorità la tutela delle categorie svantaggiate, spesso dimenticate proprio dalle istituzioni che se ne dovrebbero occupare.

L’unione fa la forza è il caso di dire. Già, perché il segnale che vogliono lanciare 14 associazioni e comitati che operano sul territorio salentino a tutela e difesa delle persone meno fortunate ha proprio questa finalità.

Essere più forti per essere più generosi. Nasce, così, la Federazione IDM (Italiana difesa diritti indigenti, disabili e migranti), costituita da un blocco di partenza composto da 14 associazioni e comitati che svolgono la propria attività di volontariato a Lecce e provincia. Ma siamo solo all’inizio di un percorso e l’auspicio è che siano in tanti a salire sul treno della generosità.

Associazione genitori bimbi autistici, Associazione Donne che Aiutano le Donne, Comitato Ragazze Disabili Salentine, Pronto Soccorso dei Poveri, Comitato inquilini case popolari, Comitato Lecce mia, Salento Rinasce, Comitato di quartiere donne lavoratrici, Associazione Anip, Comitato italiano difesa per i diritti delle persone obese, Comitato periferia amica. Sono queste alcune delle associazioni che hanno già aderito all’invito e che fanno a tutti gli effetti parte di IDM.

La Federazione, in buona sostanza, è un’associazione di secondo livello, che ha come priorità la tutela delle categorie svantaggiate, spesso dimenticate proprio dalle istituzioni che dovrebbero essere invece molto più vicine e presenti  difesa dei diritti dei disabili, degli indigenti, dei senzatetto, delle donne disabili, dei migranti e delle persone che vivono nelle periferie dimenticate.

«La federazione unita avrà una maggiore forza nel sostenere i diritti delle categorie disagiate, senza nessuna discriminazione ed è pronta a dialogare con tutte le forze politiche che ascolteranno le nostre istanze, ed avere una voce unitaria e più concreta nell’interazione con le varie istituzioni» dice il presidente Cristian Karim Benvenuto. «La Federazione avrà come focus la tutela degli ultimi e dei senza voce, essendoci tante associazioni e comitati uniti, possiamo avere un peso determinante, nell’interazione con le varie istituzioni».

«È un un’opportunità per l’ Associazione Salento Rinasce entrare nelle federazione e amplificare le nostre istanze. Sono particolarmente contento per l’ incarico di vice presidente affidatomi» ha commentato Raffaele Longo.

«Il Pronto Soccorso dei Poveri è stata parte attiva insieme alle altre Associazioni nella costituzione di questa federazione. Abbiamo deciso di puntare sulla federazione dal momento che vogliamo far giungere le nostre istanze non solo alle amministrazioni locali, ma farci ascoltare anche da chi ci governa» ha affermato Tommaso Prima.



In questo articolo: