Grande Fratello, ai provini la figlia del marè². Scoppia il caso

Giulia Latorre, figlia di Massimiliano, ha provato ad entrare nella casa del Grande Fratello al fine di poter sostenere, dice, l’innocenza del padre detenuto in India. Tante le polemiche.

Il Grande Fratello riapre i battenti e con lui le frotte di personaggi probabili o improbabili in cerca di notorietà. Ma quello che oggi fa discutere e anima le conversazioni sui social network, è il tentativo di prender parte alla nuova edizione del Real, da parte della figlia di uno dei marò, Massimiliano Latorre, rinchiuso nelle carceri indiane per la nota vicenda di cronaca internazionale.

Giulia Latorre ci voleva provare perché – a sua detta – “vuole gridare al mondo l’innocenza di suo padre” e ha visto nel GF un valido strumento popolare per poterlo fare. Ma non tutti l’hanno vista così.  In tanti hanno interpretato la scelta come la sola volontà di “diventare famosa”, di “sbarcare il lunario dello spettacolo”.
Tante le accuse rivolte alla giovane su face book. "Siamo sconvolti e mortificati dalle reazioni di tanti che hanno frainteso la voglia di mia figlia di gridare l'innocenza di Massimiliano" spiega all’Ansa Mariella, mamma di Giulia.

Comunque, al di là delle polemiche, Giulia non prenderà parte alla trasmissione nonostante abbia superato una serie di selezioni. Proprio al rush finale è stata scartata. Come si legge sull’ Huffington Post, Andrea Palazzo, autore della trasmissione ha dichiarato "Era telegenica, ma non era il caso di prendere la figlia di un marò in attesa di essere giudicato in India. È una vicenda troppo delicata, noi non speculiamo su certe cose".
I
ntanto la giovane sul suo profilo facebook si dice indignata per gli attacchi subiti. Quando il cognome pesa…



In questo articolo: