I migliori amici. Storie di cani eroi dei nostri giorni

Dai Golden ai Terranova. Le razze canine più amiche dell”™uomo in prima linea nelle attività di pronto soccorso e polizia. Le storie di Lucy e Book. Valanghe, terremoti, alluvioni e incidenti in mare sono il terreno di azione di questi amici dell’uomo a quattro zampe

Quando Lucy si avvicinò alle macerie di un’abitazione abbattuta dal terremoto, pur non vedendo, seppe cosa fare. La sua segnalazione fece accorrere i soccorsi che trovarono due bambini sopravvissuti.

Come Book, un altro Golden retriver che in omaggio al nome da “richiamo della foresta” trovò una donna precipitata in un pozzo. Così Jolly, un Terranova gigantesco che aiutò un’intera famiglia a mettersi in salvo durante un’alluvione.

Storie di ordinario eroismo di cani da salvataggio  che per tanti sono davvero una salvezza.

Ai primi posti di una speciale classifica degli amici degli uomini, stilata di recente dai più grandi esperti di cani, spiccano i Golden, i Labrador e i Terranova considerati animali docili e dalle doti non comuni di generosa fierezza.

Terremoti, valanghe, allagamenti, incidenti in mare sono il terreno di caccia di questi cani meravigliosi che sempre più stanno entrando a buon diritto tra le file delle forze di polizia e di primo soccorso.

La protezione civile anche nel territorio salentino invita i proprietari di Golden e Labrador a metterli a disposizione della comunità per emergenze o azioni di soccorso. E sono tanti i proprietari che scelgono di far addestrare i loro cani per renderli pronti ad attività di polizia o di pronto soccorso.

Il Golden è un cane che pur rimanendo fedelissimo al suo padrone ha una particolare propensione alla mansuetudine che lo rende facilmente gestibile. Il cane comprende le alte motivazioni che lo portano ad essere utilizzato e strumentalizzato a fin di bene e si lascia guidare e comandare nelle varie attività di soccorso.

Ecco allora che la compagnia di un animale non diventa solo l’occasione per riempire la solitudine o per trovare amici di gioco ai propri figli, ma anche e soprattutto per rendere un  servizio indispensabile all’umanità.