“Che ne sanno i giovani di plasma e malattie rare”, all’Istituto “Nino della Notte” un incontro con gli studenti

L’iniziativa è finalizzata a presentare il progetto “Plasmare”, che ha l’obiettivo di sensibilizzare e informare sulle malattie rare.

Le malattie rare colpiscono in provincia di Lecce più di 4.000 persone e molte di queste patologie sono curabili con derivati del sangue e del plasma.

Purtroppo l’aumento della richiesta legata alle nuove diagnosi e la riduzione delle donazioni a causa della pandemia rischia di compromettere in modo importante la salute e la qualità della vita di molte persone.

Per questo, presso l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Nino della Notte” di Poggiardo, è stato organizzato un incontro con gli studenti dal titolo “Che ne sanno i giovani di plasma e malattie rare”.

L’iniziativa è finalizzata a presentare il progetto “Plasmare”, che ha l’obiettivo di sensibilizzare e informare sulle malattie rare e avvicinare il mondo giovanile al tema del volontariato e della donazione di sangue e plasma.

Alla manifestazione prenderanno parte Massimo Marra Presidente CIDP Italia Aps, Rita Treglia, Presidente ANACC Aps, Giovanni Coluccia Presidente ADOVOS Messapica, Anna Lena Manca, Dirigente Scolastico dell’Istituto “Don Tonino Bello” di Tricase e dell’IISS “Nino della Notte” di Poggiardo, Cinzia Morciano Responsabile Malattie Rare Asl Lecce, Nicola Di Renzo del Servizio Trasfusionale della Asl di Lecce.

Le conclusioni saranno affidate a Stefano Rossi, Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Locale. Coordinerà i lavori Sonia Giausa dell’Ufficio Comunicazione della Asl.



In questo articolo: