L”™offerta culturale dei presepi viventi nel Salento

Si chiude oggi il tempo di Natale e con l’arrivo dei Re Magi davanti alla natività di Betlemme si completa il percorso artistico dei presepi viventi. I più interessanti a Caprarica, San Donato, Tricase, Castro e Guagnano.

Ultimo giorno di festa e ultimo giorno per vivere la magia della natività del Signore con i percorsi artistici dei presepi, in particolare dei presepi viventi, tanti nel territorio leccese.

In particolare da segnalare quelli tradizionali, storici per così dire, ma anche quelli nuovi, allestiti per la prima volta, come nel caso del comune di Guagnano, dove oggi, nella piazza principale, prende vita un presepe con numerosi personaggi e figuranti.

Da ricordare l’inimitabile presepe di Tricase, il più grande d’Italia, allestito come da tradizione sul monte Orco, lungo la strada che conduce a Tiggiano. Si tratta di un percorso ricco di simbologia contadina legato all’identità e alla cultura del Salento.

Anche a Caprarica è possibile visitare un presepe vivente di grande impatto visivo, organizzato sulla collina che domina la piana di Lecce, e precisamente nello spazio del noto archeodromo sulla serra di Caprarica.

A pochi km di distanza per chi intende approfittare di altre occasioni c’è il tradizionale presepe vivente di San Donato, allestito nel centro storico del paese, mentre per gli amanti delle ambientazioni storiche è da non perdere il presepe di Castro, allestito nel magnifico scenario del castello medievale che domina dall’alto l’intera costa del Sud e l’alto Jonio.

Insomma l’ultima ghiotta occasione di quest’anno per vivere l’atmosfera del periodo più bello e far sognare i bambini. Leccenews24, nella sua pagina dedicata agli eventi del Salento, ha visitato per voi e raccontato i presepi artistici e i presepi viventi del nostro territorio. La giornata di oggi lo consente, perciò usciamo fuori di casa e corriamo a gioire di questi ultimi scampoli di festa!