Lecce, la città scoppia di traffico e turisti

Il maltempo della giornata di oggi ha richiamato nel capoluogo tantissimi turisti che dalle marine si sono riversati in città. Alti livelli di traffico già dalle prime ore della mattina e difficoltà a trovare parcheggio

Prime piogge settembrine e temperature in ribasso sono state il principale attrattore della città di Lecce in questo inizio di settimana.

Già dalle prime ore del mattino la circolazione delle auto è apparsa caotica e congestionata, specie nelle vie del centro.

Centinaia di famiglie di vacanzieri hanno evidentemente abbandonato la costa e il mare e colto l’occasione per una giornata da trascorrere nel circuito della città d’arte per eccellenza.

Turisti alla ricerca di: ristoranti, boutique commerciali e monumenti da visitare e fotografare. Tra i più gettonati il Castello di Carlo V, la Basilica di Santa Croce, Piazza Duomo e l’Anfiteatro di Piazza S. Oronzo.

La giornata è stata caratterizzata dalla difficoltà nel trovare un parcheggio. L’intero sistema delle strisce blu cittadine è stato fortemente stressato fin dalle 9.00 del mattino, mentre, le code attorno alla Villa Comunale hanno messo a dura prova la pazienza di automobilisti e pedoni.

Nessun dubbio sull’apprezzamento manifestato da commercianti e ristoratori per i cospicui livelli di turisti che stanno affollando le vie della città.

Questa mattina la famosa Via Trinchese richiamava l’ambientazione e l’atmosfera della festa del Santo patrono con un muro di gente che andava da Piazza S. Oronzo a Piazza Mazzini.

In un periodo di crisi Lecce conferma il suo appeal oltre ogni previsione.



In questo articolo: