Lecce, oggi taglio del nastro per il nuovo reparto di Gastroenterologia Chirurgica del ‘Vito Fazzi’

Una struttura moderna e con tutte le strumentazioni più innovative. Una vera eccellenza del comparto sanitario salentino che farà in modo che i pazienti non saranno costretti a recarsi fuori provincia per esami e cure.

“Una nuova struttura, all’avanguardia, in grado di guardare al futuro sulla scorta dell’esperienza maturata in anni e anni di attività da un’equipe d’eccellenza”, non nasconde la sua soddisfazione il Direttore Generale della Asl di Lecce, Silvana Melli, nel presentare il nuovo reparto di gastroenterologia chirurgica ed endoscopia digestiva dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, una nuova struttura d’eccellenza e all’avanguardia, inaugurata questa mattina presso il nosocomio salentino.
 
Nato alla fine degli anni ’80 e attualmente diretto dal dott. Armando Dell’Anna, il reparto assicura 24 ore su 24 un servizio di emergenza/urgenza per le province di Lecce e Brindisi. Ma non solo. A partire da qualche mese a questa parte garantisce anche le urgenze endoscopiche in età pediatrica facendo sì che i bambini, per compiere gli esami o curarsi, non siano costretti a doversi recare presso l’ospedale di Bari.
 
“Il paziente e la sua patologia come sempre sono al centro della nostra missione – ha affermato il primario Armando Dell’Anna – sono questi, infatti, gli aspetti principali della nostra attività. Oggi inauguriamo una vera struttura d’eccellenza, ma non ci fermeremo certamente qui, siamo già al lavoro per dotarci, altresì, di nuove tecnologie sempre più moderne. Con questa nuova struttura eviteremo ai pazienti lunghi e pericolosi viaggi al di fuori della nostra provincia e oneri molto dispendiosi per la Regione Puglia”.
 
L’unità inaugurata oggi è dotata di sale endoscopiche climatizzate, è dotata di tutte le più moderne attrezzature, strumenti aggiornati, endoscopi ad alta definizione elettrobisturi a  scarica Argon, protesi costruite grazie all’utilizzo delle nanotecnologie, macchinari in grado di polverizzare anche i calcoli più grandi, dispositivi emostatici in grado di fermare emorragie gravissime, anche mortali.
 
“Il Governo Regionale sta mettendo il massimo impegno per risolvere i tanti problemi che attanagliano la sanità pugliese – ha invece dichiarato l’Assessore al Welfare di ‘Via Capruzzi’ Salvatore Negro – posso assicurare che nessuno di noi dimentica l’impegno che profondono quotidianamente gli operatori medici per garantire le cure ai pazienti. Basti pensare al blocco delle assunzioni e ai tanti reparti che non hanno ancora un primario e vanno avanti con i facenti funzione. Ci stiamo impegnando, altresì, per fare in modo che cambino le cose anche a livello nazionale; non è possibile che alla Puglia, a parità di abitanti con l’Emilia Romagna,  vengano destinate la metà delle risorse. Purtroppo è in vigore un sistema che premia le cosiddette regioni virtuose, mentre noi siamo costretti a elemosinare anche una delega. Oggi, però, non voglio fare polemiche, ci troviamo qui per inaugurare un’eccellenza e di questo non posso che congratularmi con il dottor Dell’Anna per tutto l’impegno profuso in questi anni”.



In questo articolo: