Lite con la consigliera di minoranza, il sindaco di Scorrano: “i fatti sono andati diversamente”

A stretto giro arriva la replica del primo cittadino di Scorrano, Stefanelli: “Tutto doveva rimanere nella dialettica politica. È un attacco a me e alla mia città”

«Non è andata proprio così!». Il sindaco di Scorrano, Guido Nicola Stefanelli non ci sta a passare per “irascibile”, per colui che avrebbe usato parole forti contro una consigliera di minoranza e, a stretto giro di posta, rende nota la sua ricostruzione di quanto accaduto, ieri, alla fine del consiglio comunale.

«Stavo andando via e sono stato attaccato verbalmente da Annalisa Mariano, attacco che si protraeva anche se mi stavo allontanando dalla sala consiliare». Insomma, non sarebbe stato lui ad inveire contro la sorella dell’ex primo cittadino. La sua unica colpa sarebbe stata quella di aver risposto ai toni già abbastanza accesi, alzando ancora di più la voce. «Sempre a debita distanza» precisa.

Anche sul malessere della donna, Stefanelli ci tiene a fare alcune importanti precisazioni. «Mentre la Consigliera Mariano stava raggiungendo l’uscita ha avuto un malore e subito l’abbiamo soccorsa. È stata lei a preferire di non far arrivare il 118. È scesa dal Municipio con le proprie gambe», si legge. Insomma, secondo il Sindaco è finito tutto lì, con un chiarimento.

Degli accertamenti in Ospedale lo ha saputo solo in un secondo momento.  «Ieri sera – continua il Sindaco – sono stato informato che Mariano si è recata al Pronto Soccorso, tanto che le ho mandato un messaggio per sapere delle sue condizioni, essendo personalmente fuori sede, a cui la stessa Consigliera rispondeva con un grazie».

Poi la frecciatina.  «Tutto doveva rimanere nella dialettica politica. Sono sicuro che la consigliera Mariano nulla c’entra con questo attacco, ma che gli atti di sciacallaggio politico sono ascrivibili a persone ignobili che non perdono occasione per infangare il sottoscritto e la mia Scorrano». Per il primo cittadino, quindi, si è trattato di una fuga di notizie confezionata ad hoc per screditarlo.



In questo articolo: