L’esperienza del deserto “interiore”. Messaggio di Mons. Seccia per la prima domenica di Quaresima

In occasione della prima Domenica di Quaresima, l’arcivescovo di Lecce, Mons. Michele Seccia, invia un messaggio ai fedeli salentini, invitando all’esperienza di “deserto interiore” e riflessione.

Giunge puntuale il messaggio di Mons. Michele Seccia, arcivescovo di Lecce, in occasione della prima domenica di Quaresima. Inizia, dunque, il cammino verso la Pasqua di resurrezione, giorno in cui si concentra il vero senso della fede cristiana.

Prima domenica di Quaresima

“In questo periodo, Gesù è nel deserto. Lo è per via del passaggio tra la vita nascosta, i primi trent’anni e l’inizio della sua vita pubblica. Vi affido solo una domanda: per vivere bene questa domenica e la prima settimana di Quaresima, abbiamo mai fatto l’esperienza del deserto?“.

Il deserto

Di certo, non quello della sabbia, ma del deserto “interiore”. Quello della solitudine, dell’ascolto più attento della nostra coscienza. “Nella coscienza – prosegue Mons. Seccia – ascolteremo anche la voce di Dio”.

Un invito, dunque, ad una riflessione profonda sulla nostra vita, in questi 40 giorni. Un “deserto”, ma soprattutto un esame con noi stessi.


In questo articolo: