Il mercato dei videogiochi nel 2021

Il 2021 appena concluso mostra i primi dati e le classifiche dei giochi più apprezzati e venduti. Nel dettaglio cosa è successo e cosa succederà nel futuro prossimo

I videogames rappresentano la parte più eccitante dell’intrattenimento online e saranno fondamentali per lo sviluppo di piattaforme basate sul metaverso. Parola di Satya Nadella, CEO di Microsoft. Proprio per questo il colosso americano ha appena acquistato Activision Blizzard per 68.7 miliardi di dollari, diventando così la terza maggiore società di videogiochi al mondo per fatturato, preceduta solo da Tencent e Sony. Insomma, il 2022 si apre subito con una notizia bomba che scuote i mercati e il settore dei videogames, mentre il 2021 appena concluso mostra i primi dati e le classifiche dei giochi più apprezzati e venduti. Ecco in dettaglio cosa è successo e cosa succederà nel futuro prossimo con un piccolo focus su un canale sempre in crescita: quello del gioco online e delle app connesse.

In crescita anche i numeri dei casinò games, che a dicembre hanno fatto registrare una spesa di oltre 326 milioni di euro nel comparto digitale italiano. Strategica è l’importanza delle applicazioni per smartphone e in tal senso può essere utile una raccolta di app casino che permette di scegliere le migliori dal punto di vista della sicurezza, dell’affidabilità e della trasparenza: un elenco aggiornato con le app delle più interessanti piattaforme online con licenza AAMS. Intanto, secondo AGIMEG, i giochi di maggiore successo nell’ultimo mese del 2021 in termini di spesa sono stati il bingo (+26%), i casinò games (+16,7%), il poker (+16,6%) e i virtuali (+15,3%).

Sempre nel 2021, ma sul fronte videogames, è possibile invece delineare un quadro verosimile dei titoli più venduti in Italia. I dati sono quelli di GfK Entertainment che ha preso come riferimento il mercato del Regno Unito, analogo a quello tricolore. Guida la classifica “FIFA 22”, seguito da “Mario Kart Deluxe 8” e “Minecraft”. Gli altri titoli, dalla quarta posizione in giù, sono “Animal Crossing: New Horizons”, “Super Mario 3D World + Bowser’s Fury”, “Call of Duty: Vanguard”, “Spider-Man: Miles Morales”, “Pokémon Diamante Lucente”, “Pokémon Perla Splendente”, “FIFA 21” e “GTA V”. Nota a margine: tutti i titoli elencati sono degli anni precedenti e appartengono ormai a fortunatissime saghe, sportive o meno, che riescono a resistere al mercato tenendo il passo con i gusti del target. Gli appassionati, insomma, premiano i best seller: videogiochi di personalità ben progettati, capaci di entusiasmare semplicemente con piccoli o grandi upgrade strategici. Basti pensare che la prima release di Minecraft risale addirittura al 2011 mentre GTA al 2013.

Sul versante futuro, l’autorevolissimo The Guardian si sbilancia e stila un elenco con i titoli e le piattaforme di sicuro successo nel 2022. Nintendo Switch che ha appena svelato il nuovo gioco gratis in arrivo a febbraio, punta innanzitutto a conquistare i suoi fan con un videogame anni ‘80: si tratta di “The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2”. E poi ancora “Splatoon 3”, un coloratissimo sparatutto, e “Oxenfee2: Lost Signals”, il thriller spettrale disponibile anche su PC e PlayStation 4/5. Proprio Playstation punta invece su tre titoli: “God of War Ragnarök”, un viaggio nella mitologia norrena con un gameplay d’azione sbalorditivo e visceralmente violento, “Horizon Forbidden West”, in compagnia di Aloy a caccia di dinosauri ai confini del continente americano, e” Gran Turismo 7”, un altro evergreen dei videogames, il massimo del realismo tra gli sport a motori, come il motocross dell’astro nascente Isabel Miceli: straordinario talento emergente a soli 15 anni. L’altro titolo da annotare in agenda digitale è “Elden Ring”, la tanto attesa epopea fantasy dei creatori di “Dark Souls”, FromSoftware, con input narrativo di George RR Martin, autore del colossal su carta “Game of Thrones”. Occhi puntati anche su “Randagio”, il gioco sull’essere gatto in una città cyberpunk, e “Ghostwire: Tokyo”, in cui l’immaginazione degli sviluppatori si abbandona a qualcosa di misterioso accaduto nella capitale del Giappone lasciandola praticamente abbandonata e popolata esclusivamente da fantasmi. Per finire c’è “Starfield” su Xbox Series X/S, epopea di pura fantascienza sviluppata dai creatori della serie fantasy “Elder Scrolls”.



In questo articolo: