Mobilità sostenibile, la sfida dell’assessore Pasqualini

Bus gratis fino a 14 anni e per mamma e papà con il passeggino, introduzione del servizio a chiamata: sono questi alcuni dei progetti che verranno lanciati dall’assessore alla Mobilità del Comune di Lecce.

Dall’analisi dell’esperienza del progetto “Natale in Bus” è emerso che molti leccesi e molti visitatori provenienti dal resto della Provincia siano particolarmente restii all’idea di lasciare l’automobile nei parcheggi di interscambio e utilizzare il mezzo pubblico, preferendo piuttosto essere protagonisti di spiacevoli ingorghi. Questo deriva sicuramente da una questione culturale particolarmente radicata nella mentalità dell’automobilista, abituato a sostare nelle immediate vicinanze del luogo da raggiungere, ricorrendo spasmodicamente al mezzo privato. Un’altra possibilità potrebbe essere la cattiva gestione della cosa pubblica da parte dell’amministrazione comunale leccese.

E’ da questa sfida che l’assessore alla Mobilità del Comune di Lecce, Luca Pasqualini vuole ripartire per definire un nuovo schema e cercare di ridurre questo gap culturale verso uno sviluppo di una mobilità sostenibile in città. “Abbiamo in mente numerose idee – spiega l'assessore – per analizzare e scrivere il nuovo paradigma della mobilità, affrontandone la molteplicità dei temi: dalla interoperabilità e all’interscambio delle reti (Park-end-ride, inclusa mobilità dolce), dallo sharing mobility (bike e car) alla city logistics, alle infrastrutturazione, dalla ciclabilità, alla mobilità elettrica, fino all'innovazione di smart mobilty come la realizzazione di “App” per servizi integrati di infomobilità”.

“A questo proposito – precisa Pasqualini – la prima iniziativa per il 2015 riguardo al trasporto pubblico locale prevede l’ avvio di un 'rilancio culturale del mezzo pubblico'. Offriremo la possibilità alle mamme e ai papà con il passeggino di salire gratis su tutti i mezzi pubblici ed anche i ragazzi fino a 14 anni, con lo scopo di sensibilizzare i bambini ed i ragazzi sin da subito all’uso del mezzo pubblico.
Altra innovazione interessante è quella di introdurre un nuovo servizio sperimentale, cosiddetto 'servizio a chiamata', il quale prevede da parte dell’utente la possibilità di prenotare una corsa per la propria destinazione finale, per ottimizzare l’offerta di servizi per una  mobilità sostenibile”.

“Così come sottolineato dal nostro sindaco nella conferenza stampa di Natale – conclude l’assessore alla Mobilità e al Traffico del Comune di Lecce – il rispetto che ogni cittadino deve avere nei confronti di questa bella e delicata città è fondamentale: bisogna amare Lecce e tutelarla con impegno ed orgoglio civico. Proprio partendo da quel senso civico che hanno già dimostrato i bambini, i quali hanno evidenziato un’attenzione particolare per i temi dell’ambiente,  si può vincere la sfida della cultura della mobilità sostenibile per far diventare Lecce una città più efficiente e vivibile”.



In questo articolo: