Terpeni ed e-liquid? Adesso si può

Si tratta di sostanze che fanno parte della famiglia degli idrocarburi organici aromatici. oltre ad avere delle proprietà terapeutiche molto interessanti, influiscono sia sull’aroma che sul sapore.

I terpeni sono delle sostanze che fanno parte della famiglia degli idrocarburi organici aromatici. Molti studi hanno infatti indicato che in una sola pianta si possano contare almeno 120 tipologie di terpeni diversi. Tali molecole sono presenti in numero e in concentrazioni differenti a seconda delle condizioni in cui la pianta è cresciuta: la terra in cui è piantata, il metodo di coltivazione della pianta, la sua esposizione alla luce, nonché la temperatura che la circonda.

La particolarità dei terpeni è che, oltre ad avere delle proprietà terapeutiche molto interessanti, influiscono sia sull’aroma che sul sapore. Anche per questo motivo, di recente sono stati utilizzati come ingredienti per i liquidi per sigarette elettronica. Ancora non sono molti i negozi e i siti specializzati che operano in questo particolare settore, per cui per avere maggiori informazioni si rimanda al Blog di Terpy su e-liquid e terpeni, in modo da poter consultare materiale relativo ai terpeni nello specifico e al loro utilizzo nei liquidi per sigaretta elettronica.

I nuovi e-liquid: terpeni

Di recente, da quando lo studio sulla cannabis ha dato dei risultati interessanti anche dal punto di vista medico, alcuni tipi di terpeni sono stati sfruttati per numerosi impieghi. Tra questi si sta affermando l’utilizzo dell’estratto di queste sostanze come additivo ai liquidi per sigarette elettroniche, in quanto quest’ultima costituisce un veicolo efficace per assumerle. Difatti, le molecole sono assorbiti molto più velocemente se assunti in forma vaporizzata nelle e-cig e quindi gli effetti si avranno più velocemente.

Facendosi la domanda sempre più pressante alcuni negozi, nonché piattaforme di e-commerce hanno iniziato a vendere degli e-liquid che già contengono tali sostanze, anche per evitare la pratica del liquido fai-da-te, che talvolta presenta alcuni rischi evitabili. Il problema che si può presentare è quello dell’utilizzo di materie prime che non siano di qualità e che quindi possano non solo non apportare benefici e perfino comportare degli effetti indesiderati. Il professionista, invece, fa un accurato lavoro di estrazione dei terpeni dai fiori delle piante, dopo aver controllato la fase di coltivazione e averne attestata la qualità con test di laboratorio che ne certificano la sicurezza e l’assenza di prodotti chimici pericolosi.

I terpeni sono scelti dagli svapatori per il loro sapore inconfondibile, nelle molte varietà che si possono trovare. Un sapore forte, che viene solo in parte attenuato dagli oli di cocco o extravergine di oliva utilizzati per contenere i terpeni. Essendo loro i responsabili della fragranza e del gusto dei fiori, la somiglianza è evidente. Inoltre, a seconda della loro composizione nel liquido per sigaretta elettronica, possono anche avere diversi effetti: rilassanti, attivanti oppure una via di mezzo tra i due.

Le proprietà curative

I terpeni non hanno solo la funzione di conferire un particolare gusto e aroma alla pianta o di simularne gli effetti. Molti studi hanno infatti dimostrato che possono essere utilizzati anche in ambito medico, grazie alla loro capacità di influenzare l’organismo in maniera positiva.

Per questo motivo, l’utilizzo dei terpeni non è limitato ai liquidi per sigarette elettroniche, ma può essere assunto in forme diverse. Il metodo più comune è quello dell’olio con estratti di terpeni, usato nell’aromaterapia, applicato direttamente sulla pelle, aggiunto nelle creme di bellezza oppure, se sono specificamente approvati per questo uso, assunti per via orale. Questo, tra l’altro, era una maniera di godere dei benefici dei terpeni utilizzato anche nei tempi antichi, che ricavavano dalla canapa degli oli essenziali con concentrato di terpeni.

Quali sono le proprietà terapeutiche principali dei terpeni che ne giustifichino un simile utilizzo? L’utilizzo in cosmetica è dovuto prevalentemente al fatto che alcuni terpeni contrastano l’acne. In realtà, non solo per questo. L’efficacia antinfiammatoria e antibiotica giustificano sia l’applicazione topica che quella mediante assunzione orale. In ogni caso nell’acquisto di concentrati di terpeni occorre sempre verificare i consigli di utilizzo poiché talvolta l’assunzione per via orale può non essere indicata o certi oli che sono adatti per l’utilizzo sulla pelle non possono essere usati come additivo per liquidi per sigarette elettroniche.

A questo si aggiungono altri benefici, specifici di alcuni tipi di terpeni, come per esempio: quello di contrastare l’insorgenza del carcinoma mammario del limonene; il linalolo che invece agisce principalmente sulla salute psichica, agendo come antidepressivo, antiansiolitico e riducendo lo stress o l’effetto analgesico, antibatterico e antibiotico del miricene.

I prossimi sviluppi

La scienza, tuttavia, ha deciso di non fermarsi qui. È stato notato che ciascun terpene non ha esclusivamente rilevanza per sé stesso in quanto tale, perché l’effetto della sostanza può variare attraverso l’interazione con altri terpeni: questa circostanza viene denominata “effetto entourage”.

La ricerca si concentrerà allora sui risultati di queste interazioni, per meglio comprendere la gamma e le sfumature delle azioni sull’organismo umano dei terpeni. Si apre così un nuovo panorama che può essere esplorato e sfruttato non solo dal mondo medico e farmaceutico, ma anche per dare agli svapatori nuove possibilità di provare gusti ed esperienze nuovi.