“Serve una scossa”. Anche a Lecce gli studenti protestano contro il governo del cambiamento

C’è anche Lecce tra le città italiane che questa mattina hanno ‘ospitato’ la protesta degli studenti contro il governo del cambiamento. Sul piatto anche i trasporti che non funzionano.

Non ha avuto i toni accesi di Torino, dove gli studenti scesi in strada per protestare contro il (finto) Governo del cambiamento hanno bruciato i manichini raffiguranti i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio, ma anche Lecce ha avuto il suo corteo per ‘dare una scossa’ come recitava lo slogan.

Una lunga processione dalla stazione di Lecce al piazzale su cui si affaccia la sede universitaria “Studium 2000” organizzata non solo per “tirare uno schiaffo” all’esecutivo Lega-Movimento Cinque stelle, ma anche per riappropriarsi degli spazi della città e accendere i riflettori sui problemi reali degli studenti. Problemi che, spesso, restano irrisolti e si trascinano anno dopo anno.

Non poteva mancare il grattacapo dei trasporti, come dimostrano le numerose lamentele degli ultimi giorni sui bus che arrivano alle fermate già pieni, lasciando molti alunni “a piedi”.

«Siamo tutti coscienti delle pecche del servizio, che si rivela scarso in termini di disponibilità di corse e copertura di orari, nonché manchevole dal punto di vista della puntualità e dell’economicità. In questi anni abbiamo portato avanti numerose battaglie per ottenere miglioramenti del servizio, ma non ci basta. Vogliamo riprenderci tutto quello che ci spetta!» si legge sulla pagina ufficiale di Link-Lecce presente alla manifestazione.

I ragazzi ce l’hanno soprattutto con la manovra che sta per essere approvata, ma non è il solo tema trattato nel capoluogo barocco come nelle altre città italiane. Ci sono gli edifici scolastici ‘fatiscenti’ e i costi economici per poter studiare, insostenibili.

Non è finita qui, l’Unione degli Studenti ha annunciato altre mobilitazioni nei prossimi mesi per ottenere un cambiamento della scuola che sia concreto, e non uno slogan.



In questo articolo: