Quando meno te lo aspetti, torna il caldo. Nel Salento si sfioreranno i 40°

L’anticiclone di origine nord africana da mercoledì 16 settembre porterà una nuova ondata di caldo, che colpirà soprattutto la Puglia. L’asticella della colonnina di mercurio arriverà a sfiorare i 40 gradi. L’estate nel Salento continua…

Nessuno se lo aspettava più, non dopo aver patito un’estate intera temperature da ‘record’ ed aver assaporato, anche solo per pochi giorni, il ‘freschetto’ regalato dal vento di tramontata, protagonista indiscusso di questa settimana. Chi aveva riposto costumi e asciugamani da bagno per fare posto a indumenti un po’ più pesanti dovrà ricercarli nell’armadio.
 
Già, perché come ampiamente annunciato dai meteorologi l’estate non è ancora finita, anzi durerà molto probabilmente fino a ottobre. Merito, ancora una volta, di un anticiclone di origine nordafricana che come i suoi illustri predecessori farà letteralmente schizzare l’asticella della colonnina di mercurio fino a sfiorare i 40 gradi. Un caldo ‘anomalo’ per il periodo. Insomma, esattamente da mercoledì 16 settembre tornerà a splendere il sole, ma solo le regioni del Sud potranno approfittarne per trascorrere, impegni lavorativi e scolastici permettendo, qualche giornata al mare. Altrimenti c’è sempre il weekend.  
 
La buona notizia, per chi non è ancora pronto a dire addio alla tintarella, è che la zona più ‘colpita’ da questa nuova veemente ondata sarà proprio la Puglia, l’unica in cui le temperature si aggireranno intorno ai 38gradi. Gli altri, invece, dovranno stringere i denti ancora per un po’ e prepararsi a combattere la canicola con ventagli, condizionatori e abiti leggeri.
 
Una cosa è certa. Il bel tempo che di solito va a braccetto con il turismo non farà che ‘invogliare’ italiani e stranieri a rimettersi in viaggio, anche solo per il fine settimana. A ringraziare, infatti, saranno soprattutto i turisti, i tantissimi turisti che hanno scelto di scoprire le bellezze che il Salento sa regalare anche in bassa stagione.  



In questo articolo: