Raccolta rifiuti e pulizia della città. Comincia l’era Monteco

Come anticipato questa mattina dal Corriere del Mezzogiorno il servizio di raccolta rifiuti a Lecce sarà affidato alla Monteco di Campi Salentina. Obiettivo incrementare la raccolta della cosiddetta differenziata. Il capoluogo barocco in questo è fanalino di coda.

Che la raccolta differenziata sia il segreto per la tutela del nostro ambiente e che sia lo strumento per abbattere i costi della raccolta dei rifiuti urbani è verissimo, tanto vero quanto il fatto che la città di Lecce in termini di percentuali di raccolta differenziata arranca nelle posizioni di bassa classifica.

Ma la notizia è un’altra e cioè che l’appalto per la raccolta differenziata sta per passare di mano ed in pole position c’è la ditta di Campi Salentina Monteco.

L’azienda gestirà il servizio da 122 milioni di euro per 9 anni. Il tutto dopo che l’avvocatura comunale ha trasferito il suo parere positivo all’ufficio Ambiente del Comune a seguito del pronunciamento del Consiglio di Stato che ha dato ragione all’azienda di Campi nella vertenza amministrativa che la vedeva contrapposta alla ditte appaltatrici del servizio Axa ed Ecotecnica.

I giudici amministrativi d’appello hanno riconosciuto la validità delle tesi dei ricorrenti e oggi il Comune di Lecce si trova ad un bivio.

Nel frattempo sembra che stia per partire un progetto di comunicazione dinamico che prenderà per mano i cittadini spiegando loro tempi e tecniche di conferimento al fine di rendere la città più pulita e di favorire una raccolta in linea con i tempi e con le esigenze dell’ambiente. Dall’Ufficio Comunicazione di Lecce di Monteco iniziano a filtrare le prime indiscrezioni che puntano a coinvolgere il tessuto urbano.

Sullo sfondo resta il grande obiettivo di incrementare i livelli di differenziata, anche e soprattutto per non incappare nel tritacarne della ecotassa regionale, autentico spauracchio degli amministratori e inaccettabile balzello per i cittadini.
Cittadini però che devono, a nostro avviso, cambiare radicalmente abitudini e aprirsi a prospettive nuove più in linea con i bisogni dei tempi di oggi. La differenziata è un traguardo importante e indispensabile. Una via obbligata, non certo facoltativa. Lecce è in ritardo, ma con tutti i leccesi.  



In questo articolo: