Sulle tracce di Renata Fonte. Gli studenti scoprono la meraviglia di Porto Selvaggio

Scuola e pubblica amministrazione insieme, per un futuro di responsabilità e progresso. Protagonisti gli studenti del ‘Manzoni’ di San Cesario.

I percorsi di legalità ed educazione civica sono uno dei tratti identitari e caratterizzanti dell’amministrazione comunale di San Cesario di Lecce. Ecco perché assume grande rilievo il progetto a cui hanno partecipato le prime classi della scuola secondaria di primo grado “A.Manzoni” e i ragazzi del Centro Diurno Socio-Educativo “Strade Nuove” di San Cesario di Lecce.

L’esperienza nel Comune di Nardò, ‘Sulle tracce di Renata Fonte‘, ha consentito ai ragazzi di vivere i luoghi che riportano alla memoria di questa grande martire della giustizia, figlia della nostra terra di Salento, e al suo sacrificio totale per la tutela di un patrimonio inestimabile, fatto di valori e luoghi incontaminati, come il paesaggio costiero jonico.

Basti pensare a Porto Selvaggio, un presidio naturalistico di straordinario valore ambientale che rimane nella disponibilità di tutti, grazie alla battaglia politica, condotta da Renata Fonte, fino al dono della sua stessa vita.

“A tal proposito – commenta il vice sindaco di San Cesario Elisa Rizzello – intendiamo esprimere un sentito ringraziamento alla Dirigente Scolastica, Prof.ssa Maria Stella Colella, al corpo docente, ai ragazzi, alle loro famiglie e all’Amministrazione Comunale di Nardò nella persona del Vicesindaco Maria Grazia Sodero, proprio per aver reso possibile tutto ciò, con entusiasmo e fattiva collaborazione, all’insegna di una crescita civica e morale, che rappresenta uno dei presupposti sostanziali della nostra democrazia”.



In questo articolo: