Vince una scommessa ma l’agenzia Eurobet non gli corrisponde parte della vincita, il Giudice gli dà ragione

Il Giudice di Pace di Lecce ha condannato con recente sentenza la nota Società di scommesse perché non aveva corrisposto a favore del ricorrente circa 400 euro della vincita totale. Il cliente ha ottenuto così parte della vincita che gli era stata negata.

L’avv. Franco Giustizieri, nelle vesti di Giudice di Pace, ha condannato la società di scommesse Eurobet al pagamento delle somme non corrisposte da parte di una agenzia locale di scommesse.
 
La vicenda traeva origine dal fatto che la Società Eurobet si era rifiutata di corrispondere al cliente una parte della vincita, pari ad € 377,92, poiché, a detta della Società di scommesse, una delle partite giocate era già iniziata al momento della puntata e così non poteva essere corrisposta la quota relativa a tale partita nonostante il totalizzatore la desse come non iniziata e, quindi, regolarmente giocata dal ricorrente.
 
Lo scommettitore ha pertanto deciso di adire le vie legali per ottenere quanto a suo dire gli spettava.
 
Il Giudice di Pace ha accolto la tesi dell’attore, difeso dall’Avv. Alfredo Matranga, rilevando da un lato che, ai sensi della normativa nazionale “il momento in cui AAMS dichiara chiuse le scommesse il totalizzatore nazionale non viene più abilitato ad accettare giocate” e, dall’altro, che “ricevuta di partecipazione, il titolo che garantisce l’avvenuta registrazione della scommessa nel totalizzatore nazionale e che costituisce, in caso di vincita o di rimborso, l’unico titolo al portatore valido per la riscossione degli stessi”.
 
Il Giudice ha poi osservato che “in tema di Programma ufficiale, l’orario di riferimento, ai fini delle scommesse, è quello del totalizzatore nazionale”.
 
Infine, ha concluso il Giudicante in tema di Validità delle Scommesse e dei Risultati che ne costituiscono l’oggetto, la legge nello specifico dispone: “sono considerate valide le scommesse regolarmente accettate e registrate dal totalizzatore nazionale”.
 
Eurobet, la nota società di scommesse presente sul territorio con numerose agenzie, è stata condannata così oltre al pagamento dell’importo di € 377,92 più interessi  anche al pagamento delle spese processuali liquidate in € 243,00 oltre accessori come per legge. 



In questo articolo: