Al via la Giornata dell’Oculistica Solidale, al “Vito Fazzi” visite gratuite per i profughi ucraini

L’Uoc di Oculistica nosocomio leccese, diretta da Antonio Mocellin, se necessario, effettuerà anche interventi chirurgici, a seguito di lesioni o ferite da guerra.

Parte oggi, venerdì 6 maggio, la Giornata dell’Oculista Solidale alla quale aderiscono i medici del Reparto di Oculistica del Vito Fazzi, che fanno parte della Società Oftalmologica Italiana e per l’occasione verrà offerto un servizio di solidarietà nei confronti dei profughi ucraini.

L’Unità Complessa Operativa di Oculistica del Presidio Ospedaliero Vito Fazzi di Lecce diretta da Antonio Mocellin, con la collaborazione di tutta l’equipe medica e di comparto, prenderà in carico i profughi ucraini, attraverso l’erogazione di visite oculistiche gratuite e se necessario effettuando interventi chirurgici, a seguito di lesioni o ferite da guerra.

La Società Oftalmologica Italiana, presieduta da Matteo Piovella, aderisce alla Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane, che ha garantito il proprio supporto al popolo Ucraino attivando un numero verde di utilità sociale.

Le Prefetture, le associazioni umanitarie o i singoli cittadini ucraini (muniti di codice regionale STP) possono contattare direttamente il numero verde dedicato 800 588 653 (dal lunedì al venerdì ore 9-13).

Le richieste verranno indirizzate presso le strutture che hanno dato disponibilità, più vicine al luogo di domicilio del paziente.



In questo articolo: