Casarano, furto d’auto e ladri in appartamento. Tre arresti

Arrestati in flagranza di reato i tre responsabili di furto ai danni di privati cittadini. Sono stati i carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano ad effettuare gli arresti.

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano, nel corso di costanti servizi di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di tre individui di Casarano che in due distinte occasioni di sono resi responsabili di furto ai danni di privati cittadini.

Prima il furto di un’auto, poi la visita dei ladri in un appartamento.
Nel primo caso, poco dopo le 7 del mattino di ieri, Cosimo Giorgino 20enne di Casarano già noto alle Forze del’ordine per reati sempre contro il patrimonio, si è impossessato dell’autovettura Fiat Panda, di proprietà di una donna residente a Collepasso, in quel momento a Casarano per lavoro. L’uomo si è dileguato con l’autovettura  cercando di far perdere le proprie tracce, ma la tempestiva chiamata della proprietaria alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Casarano ha permesso ai militari di diramare immediatamente le ricerche a tutte le pattuglie impegnate nei servizi esterni a quell’ora. Dopo pochi minuti, infatti, la pattuglia Radiomobile di Casarano ha intercettato proprio Giorgino a bordo della Panda nei pressi del cimitero di Casarano. A quel punto, il giovane, vistosi scoperto, ha abbandonato repentinamente l’autovettura per allontanarsi a piedi nelle campagne circostanti senza tuttavia riuscirci perché di lì a poco è stato bloccato a piedi dagli stessi militari. L’immediata perquisizione ha poi consentito di trovare nella disponibilità del ragazzo anche il borsello della signora contenente i suoi documenti di identità, la patente di guida e del denaro contante.
Il responsabile del furto è stato tratto in arresto dai militari della Radiomobile e l’autovettura, il borsello con documenti e denaro restituiti alla legittima proprietaria.

Nella serata di ieri, erano da poco trascorse le 20 quando, sempre alla Centrale Operativa di Casarano è pervenuta la segnalazione di un probabile furto in atto all’interno di un’abitazione sita nello stesso comune lungo la direttrice per Taviano.  Immediatamente si sono diretti sul posto i Carabinieri della Radiomobile e della Stazione di Casarano che, accortisi dell’effettivo reato in atto, resisi conto da subito dell’assenza di infissi e della stessa porta di  ingresso all’abitazione, che era stata smontata e successivamente rinvenuta poco distante, sono riusciti a sorprendere un primo soggetto, il quale, notata la presenza dei militari, ha cercato di allontanarsi dall’abitazione a bordo di una piccola utilitaria, senza di fatto riuscirvi perché prontamente è stato fermato,  mentre un secondo soggetto ancora presente in casa precipitosamente cercava di allontanarsi a piedi dell’abitazione. Dopo un breve inseguimento, l’uomo è stato fermato. A seguito di immediata perquisizione personale e veicolare, i militari hanno rinvenuto e sequestrato attrezzi atto allo scasso.  Gli infissi sono stati recuperati e restituiti al proprietario, mentre dai locali interni dell’abitazione,  seppur a soqquadro,  non è risultato asportato nulla, poiché i ladri sono stati ostacolati dall’arrivo dei militari.

I due responsabili sono stati identificati poi in Andrea Sergi, 35enne, e Daniele Panico, 29enne già conosciuto, e sono stati accompagnati in caserma per poi essere condotti in carcere, su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, dott. Gagliotta.



In questo articolo: