Controlli sulle strade, tredici patenti ritirate

Lecce. I Carabinieri del capoluogo salentino hanno fatto strage di patenti tra gli automobilisti nel periodo che va da Pasqua al Primo maggio

Strage di patenti e denunce tra gli automobilisti trovati con il tasso alcolemico più alto del consentito. Oltre alla dozzina di patenti ritirate, è stato anche sequestrato un veicolo ed altri due individui sono stati denunciati per possesso di sostanze stupefacenti

Tredici patenti ritirate, oltre 130 i punti sottratti sulla patente ed un veicolo sequestrato. È questo il bilancio, in materia di prevenzione e repressione del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, durante le trascorse festività pasquali, il ponte del 25 aprile e 1 Maggio, da parte dei militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lecce.

I militari dell’Arma hanno istituito numerosi posti di controllo, sottoponendo ad esame alcolemico centinaia di conducenti di veicoli e motocicli. Dieci sono stati gli individui, tra cui un neopatentato, deferiti all’Autorità Giudiziaria per aver alzato il gomito. Il tasso alcolemico riscontrato aveva infatti superato il limite tale da far scattare la denuncia. Per alcuni di loro si è accertata anche la reiterazione, poiché già incappati in analoga infrazione. Per loro si prospetta una lunga sospensione del titolo di guida.

Altri tre, invece, sono stati segnalati al Prefetto per l’applicazione della misura più lieve. Il caso più grave è stato accertato quando una giovane donna, dopo aver causato un incidente, ribaltandosi col proprio veicolo e rimanendo miracolosamente illesa, è risultata positiva al test con un tasso alcolemico di oltre tre volte il limite consentito. 

Un uomo, già noto per i suoi trascorsi giudiziari, è stato invece fermato alla guida del veicolo in evidente stato di alterazione e con il possesso illegale di una modica quantità di stupefacente. Anche per lui è scattato il deferimento in stato di libertà e il ritiro della patente, in quanto risultato positivo al test per l’uso di cocaina.   



In questo articolo: