Approfittano del vento per fare kite surf a Punta Pizzo, oltre 500 euro di sanzione a testa per tre salentini

I surfisti sono stato scoperti dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Gallipoli, nel corso dei controlli per contenere il contagio.

C’è chi proprio non ne vuole sapere di rimanere a casa, in barba al Decreto per contenere la diffusione del coronavirus. Soprattutto nei giorni di Pasqua e Pasquetta, ma anche prima, tantissime persone hanno lasciato le proprie abitazioni senza giustificato motivo.

Chi è stato beccato a consumare un aperitivo collettivo nel cortile di un condomino; chi è andato al mare a fare il bagno e chi, con tanto di gommone agganciato al carrello dell’autovettura, è stato beccato mentre si recava presso una nota località balneare. Sfortunatamente non finisce qui

Nella giornata di oggi, noncuranti del divieto di svolgere attività ludiche e sportive, in totale violazione delle regole anti-contagio, tre giovani, residenti nei comuni limitrofi, con le proprie auto si sono spostati dalle rispettive abitazioni e si sono recati al mare, dove sono stati sorpresi nella tarda mattinata, dagli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Gallipoli, diretti dal Vicequestore Monica Sammati, impegnati nei quotidiani controlli, mentre stavano praticando kite surf in località Punta Pizzo a Gallipoli.

I tre giovani che, con non poche difficoltà, visto il forte vento che soffiava nella giornata di oggi sul litorale ionico, sono stati fatti immediatamente rientrare sulla battigia, sono stati sanzionati dagli agenti del Commissariato con una multa di 533,00 euro ciascuno.