Muore a 67 anni a causa di un’emorragia cerebrale, i familiari donano gli organi

Dopo l’accertamento di morte encefalica è stato dato il consenso alla donazione. Donati cornee, fegato e reni.

Ancora una volta il dolore per la perdita di una persona cara si è trasformata in un gesto di generosità.

Si è conclusa nella mattinata di oggi, nel Presidio Ospedaliero Vito Fazzi di Lecce, una donazione multiorgano da parte di una donna di 67 anni deceduta nel Reparto di Anestesia e Rianimazione per emorragia cerebrale. Dopo l’accertamento di morte encefalica, i familiari hanno dato il consenso alla donazione degli organi. La donna ha donato cornee, fegato e reni.

Il prelievo ha impegnato il personale del Reparto di Anestesia e Rianimazione – diretto da Giuseppe Pulito – coadiuvati da Medici di diverse discipline, dagli operatori di Sala operatoria e dalla Direzione medica del Fazzi.

Coordinatrice ospedaliera del percorso di donazione organi e tessuti è Donatella Mastria.

La Direzione strategica ha tenuto a ringraziare tutti gli operatori coinvolti nell’intervento ha espresso cordoglio ai familiari della donna che, in un momento di dolore, hanno assunto una decisione di grande umanità e generosità.



In questo articolo: